Menu

Sempre più SSD nello Storage di Symantec

Quasi innoservato, travolto dalle feste natalizie, Symantec ha rilasciato una nuova soluzione per la gestione dei dischi SSD nei Data Center, con incrementi anche del 400% nelle prestazioni...

Alla fine dello scorso 2013, Symantec ha presentato una nuova versione del suo software Storage Foundation, soluzione con la quale i Data Center vengono messi in grado di sfruttare al massimo i dischi SSD (Solid State Drive), con velocità di accesso ai dati superiori anche del 400% rispetto alle tradizionali reti SAN (Storage Area Network). Al momento, Storage Foundation è l’unica soluzione sul mercato capace di garantire questi vantaggi indipendentemente dai componenti Hardware di Storage in esercizio nei Data Center, aprendo alle aziende la possibilità di scegliere liberamente i propri fornitori di componenti o servizi per l’infrastruttura di archiviazione.

Le funzionalità e i vantaggi offerti da Storage Foundation 6.1 includono:

  • Il caching dei dati a livello di blocchi, file system e file, indipendentemente dal fornitore hardware, grazie alla tecnologia SmartIO di Symantec. SmartIO rileva i carichi di lavoro delle applicazioni critiche ed esegue il caching dei soli dati attivi sui dischi SSD locali, con un conseguente miglioramento delle prestazioni fino al 400% rispetto alle tradizionali soluzioni di storage secondario. 
  • La tecnologia Flexible Storage Sharing (FSS) consente ai server di accedere ai dati remoti come da un dispositivo di archiviazione locale. In questo modo, le organizzazioni possono ridurre i costi di storage anche dell’80%, utilizzando componenti hardware di storage a basso costo e garantendo al tempo stesso che tutti i dati siano replicati, protetti e disponibili.

A commento dell'annuncio, Ashish Nadkarni, Research Director, Storage Systems di IDC ha dichiarato “La più recente offerta di Symantec è pensata espressamente per aiutare i clienti a trarre il massimo vantaggio dalle soluzioni di storage di nuova generazione. Nel mondo di oggi, completamente orientato alle informazioni, le aziende ambiscono a ottenere prestazioni di livello superiore con un risparmio in termini di costi. Per questo motivo non ha senso, da un punto di vista prettamente economico, eliminare e sostituire l’infrastruttura di storage esistente per distribuire nuove tecnologie come Flash. Tuttavia, con Storage Foundation 6.1, i clienti possono adottare senza problemi le nuove tecnologie, integrando le soluzioni di fascia alta con l’hardware tradizionale, senza sacrificare i livelli di servizio esistenti”.

Per Kevin Deierling, Direttore Marketing di Mellanox Technologies, “La crescita esponenziale dei dati mette alla prova i progettisti di Data Center che devono supportare funzionalità di analisi di business in tempo reale. L’adozione di un’avanzata tecnologia distribuita di elaborazione dei dati permette alle aziende di far fronte a questa crescita e di ottenere veri vantaggi competitivi agevolando i processi decisionali in tempo reale. La combinazione di dischi SSD, soluzioni di interconnessione Mellanox FDR 56Gb/s InfiniBand e Symantec Storage Foundation 6.1 elimina i colli di bottiglia a livello di I/O e consente alle aziende di soddisfare gli obiettivi di business basandosi sulla più affidabile infrastruttura di Data Center.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok