Menu

Mercato italiano Digital Technology III Trimestre 2013: accelera la discesa

I dati SIRMI presentano un andamento sempre negativo, che arriva a fa segnare un drammatico -5%, in aumento rispetto agli altri trimestri dell'anno. La stessa percentuale è prevista per il consuntivo 2013.

I dati pubblicati nei giorni scorsi da SIRMI sull’andamento del terzo trimestre 2013 del mercato italiano della Digital Technology mostrano un andamento decrescente in accelerazione rispetto all’analogo trimestre del 2012, con un calo percentuale di oltre il 5% Sulla base dei dati previsionali, ad un trimestre dalla chiusura annuale, l’anno in corso dovrebbe concludersi con un decremento in linea con quello del trimestre sotto analisi.

Il volume totale della Spesa End User del trimestre analizzato raggiunge a fine settembre un valore di circa 12,8 miliardi di euro.

L'andamento di dettaglio per macroaree è illustrato nelle tabelle seguenti:

 

IIIQ 2012

IIIQ 2013

 

Spesa End User

 

Variazione su anno precedente

Spesa End User

 

Variazione su anno precedente

 

Milioni di Euro

%

Milioni di Euro

%

 

 

 

 

 

Hardware

1.522,8

2,0%

1.443,0

-5,2%

Software

844,1

0,5%

815,3

-3,4%

Servizi di sviluppo

952,3

-2,6%

893,6

-6,2%

Servizi di gestione

1.224,8

-2,0%

1.173,5

-4,8%

Totale IT

4.544,0

-0,4%

4.325,4

-4,8%

 

 

 

 

 

TLC fissa

3.789,4

-4,6%

3.644,7

-3,8%

TLC mobile

5.214,7

-3,5%

4.884,0

-6,3%

Totale TLC

9.004,1

-3,9%

8.528,7

-5,3%

 

 

 

 

 

Totale ICT

13.548,1

-2,8%

12.854,1

-5,1%

Fonte: SIRMI SPA – Ottobre 2013

Nel terzo trimestre del 2013, il trend negativo investe tutte le componenti del mercato rappresentato, per un calo complessivo del -5,1%, in forte peggioramento rispetto allo stesso periodo del 2012, quando la diminuzione era stata del -2,8% sull’anno prima.

All’interno del mercato IT, la componente Hardware registra una flessione maggiore (-5,2%) rispetto a quella Software (-3,4%); nell’ambito dei Servizi invece più penalizzati sono quelli di sviluppo rispetto a quelli di gestione.

L’analisi del Mercato TLC evidenzia un terzo trimestre 2013 in calo del -5,3% rispetto al pari trimestre del 2012, dove maggiormente penalizzata è la componente mobile (-6,3%) rispetto alla componente fissa (-3,8%). Questo dato conferma il trend che si è innescato all’inizio dell’anno in corso, ovvero un’inversione di tendenza rispetto agli anni passati, quando la componente mobile soffriva molto meno rispetto a quella fissa.

In attesa dei risultati del quarto trimestre, che per diverse ragioni (chiusure dei budget, maggiori vendite legate al periodo natalizio, dismissioni di fine anno, ecc…) rappresenta il trimestre più significativo dell’anno, SIRMI anticipa alcuni dati previsionali sull’intero anno 2013.

Per il 2013, come riassunto nella tabella seguente, SIRMI non intravede alcun segnale concreto che possa portare ad un sostanziale miglioramento: la chiusura di fine anno è infatti prevista in calo del -4,9% rispetto al 2012, quando il calo sul 2011 si attestava al -3,5%.

ANDAMENTO MERCATO ICT IN ITALIA – Risultati intero anno 2013

 

Anno 2012

Anno 2013

 

Spesa End User

 

Variazione su anno precedente

Spesa End User

 

Variazione su anno precedente

 

Milioni di Euro

%

Milioni di Euro

%

 

 

 

 

 

Hardware

6.988,0

-7,3%

6.627,0

-5,2%

Software

4.020,0

0,7%

3.937,0

-2,1%

Servizi di sviluppo

3.751,0

-3,2%

3.573,0

-4,7%

Servizi di gestione

4.942,0

-2,5%

4.787,0

-3,9%

Totale IT

19.701,0

-3,8%

18.924,0

-3,9%

 

 

 

 

 

TLC fissa

15.614,0

-4,2%

15.028,0

-3,8%

TLC mobile

20.946,0

-2,7%

19.549,0

-6,7%

Totale TLC

36.560,0

-3,4%

34.577,0

-5,4%

 

 

 

 

 

Totale ICT

56.261,0

-3,5%

53.501,0

-4,9%

Fonte: SIRMI SPA – Ottobre 2013

I dati sopra riportati sono una sintesi dello Studio che SIRMI predispone ogni trimestre e che analizza in maniera molto dettagliata tutto il mercato ICT e Consumer Electronics, rappresentando andamenti, previsioni trimestrali ed annuali, analisi di tutti i mercati, suddivisi per categorie di prodotto, andando sempre più nel dettaglio, nonché analisi dei principali produttori e Distributori.

Lo studio tiene altresì conto delle modifiche del perimetro e dei “confini” del mercato ICT, della continua evoluzione dei prodotti tradizionalmente inclusi in questo comparto, dell’ampliamento della gamma dei prodotti già monitorati, attraverso l’introduzione di nuovi prodotti, dell’ingresso, nel comparto, di prodotti derivanti da mercati “attigui” ma che, a fronte di processi di convergenza, entrano a far parte a del settore delle tecnologie digitali.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok