Menu

Un altro passo in avanti per prestazioni e qualità, ma senza grandi rivoluzioni. Apple prosegue nell'era dei miglioramenti continui, senza più le grandi rivoluzioni di Steve Jobs. Ma l'amore con il suo pubblico è sempre vivo: oltre 770.000 Tweet solo nel corso della conferenza di lancio...

Grande pomeriggio di annunci, ieri 22 ottobre, per Apple a San Francisco. Non si è ancora sedato il rumore generato dalle presentazioni dell'iPhone 5s e 5c, che i fari si spostano sui Tablet, con la presentazione della famiglia dei nuovi modelli iPad Air e sul Mac. 

iPad-AirPiù sottile del precedente, iPad Air e anche più leggero, più potente e grazie, alla tecnologia Retina, ha ora uno schermo ancor più brillante e di maggio qualità. Sull'iPad Air, che è dotato di uno schermo a 9,7 pollici, è infatti stato montato il Chip a 64-bit A7 progettato dalla stessa Apple, che risulta più efficiente, quindi meno vorace di batteria, e rapido sia nelle elaborazioni, sia nelle connessioni Wi-Fi. Pesa ora giusto una libbra - pari a 453,59 grammi - ed è il 20% più sottile e il 28% più luminoso del modello precedente.  Sul nuovo iPad sono inoltre state ridotte le larghezze dei bordi (del 43%), migliorando così l'effetto di percezione delle dimensioni del video Apple.

Contemporaneamente al nuovo iPad è stato presentanto anche il nuovo iPad Mini, con uno schermo Retina da 7,9 pollici che ha la stesso numero di pixels del modello più grande (3,1 milioni per una risoluzione di 2048 x 1536 pixel), quindi una densità maggiore (326 pixel per inch) per una migliore qualità delle immagini.

Il nuovo chip A7 raddoppia rispetto al precedente le prestazioni nell'elaborazione delle immagini e quadruplica quelle di calcolo sull'Pad Air, mentre ha delle prestazioni ancora migliori sull'iPad Mini con schermo Retina. Sui nuovi iPad c'è ora anche il coprocessre M7 che utilizza i dati provenienti dall'accelerometro, dal Giroscopio e dalla bussola per migliorare ulteriormente le prestazioni del processore A7 sgravandolo dal dover svolgere numerose funzioni.

Entrambi i nuovi modelli di iPad hanno ora due antenne che supportano la tecnologia MIMO (Multiple-In-Multiple-Out) capace di raddoppiare le prestazioni delle connesioni Wi-Fi.

Migliorare anche le prestazioni nell'uso di FaceTime, specie nelle condizioni di bassa illuminazione e di iSight che ora utilizza un sensore a 5MP ed ottiche di maggior qualità ben sfruttate dalle nuove funzioni del sistema operativo iOS 7. I risultati si traducono in maggior qualità negli scatti fotografici e nelle riprese dei video grazie alla più rapida messa a fuoco automatica, ad uno zoom più pronto e alle funzioni di stabilizzazione delle immagini.

Naturalmente, sui nuovi iPad viene montato il sistema operativo iOS 7 presentato lo scorso settembre del quale abbiamo già dato ampio resoconto.

Gratis la nuova Suite iLife

Con il nuovo iPad Air arrivano anche la Suite per la creatività iLife che comprende le APPs iPhoto, iMovie, GarageBand e la nuova versione della Suite per la produttività iWork che comprende Pages, Numbers e Keynote. 

L'aspetto più interessante è che queste Suite, nel passato acquistabili per un prezzo variabile tra i 7 e i 9 Euro, saranno disponibili gratuitamente per qualsiasi Device sul quale viene montato l'iOS 7, quindi anche per i modelli di iPad meno recenti. Tutte queste APPs sono state riviste nelle interfacce e nelle strutture interne in modo da essere in grado di sfruttare al meglio le nuove funzioni dell'iOS 7 e i 64-bit dei nuovi microprocessori.

Prezzi e disponibilità

Negli Stati Uniti, il nuovo iPad Air sarà disponibile a partire dal prossimo 1 novembre ad un prezzo che oscillerà dai 499 ai 929 dollari (US), con l'Entry Level solo Wi-Fi e 16 GigaByte di Storage, il Top Wi-Fi + SIM per le connessioni sulle reti usate dai telefoni cellulari e 64 GigaByte. Anche l'iPad Air Mini con schermo Retina sarà acquistabile dal prossimo Novembre, indicativamente ad un prezzo mediamente inferiore di 100 dollari rispetto al modello più grande. Lo stesso giorno, l'iPad Air verrà rilasciato anche in Italia e nella gran parte degli altri Paesi del mondo.

In contemporanea, Apple ha anche ridotto di circa 100 dollari i prezzi dei vari modelli sia dell'iPad 2, sia dell'iPad Mini.

Le novità del nuovo MacBook Pro

Apple-MacBook-ProLa scena di San Francisco è stata utilizzata anche per il lancio del nuovo MacBook Pro, sul quale viene ora montato l'innovativo processore Intel Xeon, memoria ECC ad alte prestazioni e Storage di tipo Flash all'interno di una carrozzeria di nuovo disegno. Disponibile a partire dal prossimo Dicembre, il nuovo Mac Pro avrà un prezzo di base di 2.999 dollari, che lo pone come sempre nella fascia più alta della categoria, ma anche delle prestazioni. Ad esempio, l'adozione di Storage di tipo Flash abbatte drasticamente i tempi di accesso ai dati, migliorando di gran lunga i tempi di risposta di tutte le applicazioni.

Ma come sempre con i suoi modelli di Mac, Apple punta al bello: ultrasottile e ultrasilenzioso, grazie ad un innovativo sistema di raffreddamento interno, grazie alla qualità del video e delle immagini, il nuovo Laptop è fortemente orientato verso lle attività che ruotano attorno alla grafica.

Stando ai dati pubblicati da Apple, l'adozione di memoria Flash per lo Storage migliorano di un intero ordine di grandezza (10 volte) le prestazioni delle applicazioni che fanno intenso uso di dati, oltre che a ridurre il peso e lo spessore del PC. In questo, le esperienze maturate nella progettazione degli iPad hanno sicuramente contribuito a porre Apple molto aventi in quest'area.

Sul nuovo Mac Pro viene montato la versione 10 del sistema operativo OS X Mavericks di Apple, disponibile ora gratuitamente sul Mac App Store anche per i possessori dei precedenti modelli di Mac. Sono oltre 200 le nuove funzioni del nuovo OS X Mavericks, che comprende anche le nuove versioni di iBooks, Maps, Safari.

Prime reazioni e commenti

Come sempre, qualsiasi annuncio di Apple si trasforma in un evento, preparato dalle indiscrezioni che lo precedono e seguito in tutto il mondo da un grande pubblico e da migliaia di commenti. E quale miglior termometro per i commenti di Twitter? Bene, stando al servizio di monitoraggio del traffico Topsy, durante la conferenza di lancio dei nuovi prodotti - tra le 10 e le 12 del 22 ottobre - sono stati creati 770.000 tweet, molti di ammirazione per i nuovi modelli e per l'aver reso gratuite le Suite iLife e iWork, altri un po' delusi per la mancanza di innovazioni rivoluzionarie, capaci di far fare ad Apple un nuovo balzo in avanti rispetto al passato e ai concorrenti, come spesso accaduto nel passato.

Leggendo i Tweet e le migliaia di commenti che hanno accompagnato i primi articoli pubblicati sul Web, si ricavano tre impressioni:

- Per molti, Apple è una fede: la grande forza del marchio nella mela sta nella passione che suscita in chi ne utilizza i prodotti. Gli iPad, gli iPhone, i Mac sono vissuti sul piano emozionale, ancor più che su quello razionale, per cui Apple non ha clienti, ma fan pronti a criticarne alcune scelte, ma che difficilmente la tradirebbero.

- Così, la relativa delusione sulla mancanza di grandi innovazioni - o di modifiche non prioritarie tipo l'incremento della risoluzione della macchina fotografica degli iPad, portata ora a 5 Mb, ma che comunque non sono nati per scattare fotografie - viene giudicata con rammarico, mentre vengono esaltati gli effettivi miglioramenti tecnici apportati, che però spesso non vengono giudicati tali da far abbandonare i precedenti modelli di iPad dei quali la gran parte degli utenti si considerano molto soddisfatti.

- Chi ragiona con la mente, anziché con il cuore, apprezza la qualità dei nuovi modelli di Apple, ma alla fine rimane convinto che il binomio Samsung/Android offre ancora un miglior rapporto qualità/innovazione/prezzo, valido sia per gli SmartPhone, sia per i Mini Tablet.

Aspetto di metterci le mani sopra prima di emettere un'opinione personale.

Ultima modifica ilLunedì, 11 Giugno 2018 08:37

Commenti   

0 #1 federico 2013-10-23 14:22
Sei sempre chiarissimo. Grazie Alex. Federico
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok