Menu

Con Cassandra 2.0, la gestione dei Big Data fa un nuovo balzo in avanti

Rilasciata da Apache la nuova versione del suo popolare e altamente scalabile motore per gestire i Big Data

I Big Data sono l'argomento caldo di questo 2013, ma l'attenzione sul loro impiego ad uso aziendale risale ormai già ad alcuni anni fa, con la nascita delle prime tecnologie che andavano oltre i Database relazionali e l'SQL come strumento di interrogazione e aggiornamento dei dati. Tecnologie molto più efficienti sul piano delle prestazioni e nel contempo capaci di lavorare su dati non strutturati, organizzati in strutture diverse dalle semplici tabelle fatte di righe e colonne. In questo, un consistente contributo è giunto da Facebook che nel 2008 donò alla comunità Open Source Cassandra, il suo motore NoSQL per la gestione dei Big Data, ancora ad uno stato embrionale, ma già pienamente funzionante. Ad assumersi l'onere - e l'onore - dello sviluppo di Cassandra è stata la comunità Apache Software Foundation (ASF), che proprio in questi giorni ne ha rilasciato un importante aggiornamento, la versione 2.0 di Cassandra.

A questa nuova versione si è arrivati attraverso vari passi successivi che hanno portato nell'ottobre 2011 al rilascio della versione 1.0, seguita dalla 1.1 (Aprile 2012), dalla 1.2 (Gennaio 2013) e ora alla 2.0, ancora più performante delle precedenti e perfettamente integrata con Apache Hadoop MapReduce.

Cassandra per i Big Data di un gran numero di imprese

In questi anni, Cassandra ha continuato ad esser utilizzato da Facebook, ma ad essa si sono aggiunte un gran numero di aziende di ogni settore andando dai big dei Social Network, tipo Twitter, Instagram, Netflix e Digg, così come da quelli del settore informatico, quali IBM, HP, Cisco, Accenture, Dell, a moltissime altre di ogni comparto merceologico tra le quali citiamo Adobe, il CERN, Comcast, eBay, GoDaddy, Instagram, Netflix, Plaxo, Sony,....

A favorire questa diffusione hanno contribuito il fatto che Cassandra è un DBMS distribuito e Open Source, che può contare su una comunità di sviluppatori molto consistente e preparata, come tutte quelle che fanno capo all'Apache Software Foundation.

Novità della versione 2.0 di Cassandra per i Big Data

Tra le prerogative di base di Cassandra ci sono la possibilità di elaborare grandi quantità di dati usando Server diversi come fossero uno solo, garantendo così un elevato livello di affidabilità e l'assenza di alcun singolo elementi di vulnerabilità (Single Point of Failure).

Dotato di elevate capacità di scalabilità lineare, Cassandra può esser utilizzato su propri Server, così come in Cloud Computing ed in configurazione ibrida, risultando molto apprezzato anche dai fornitori di servizi di Cloud Computing proprio grazie alla sua alta affidabilità ed alle prestazioni che è in grado di garantire utilizzando l'indicizzazione anche per colonne.

Nella nuova versione 2.0 sono stati potenziate sia le prestazioni nell'esecuzione delle interrogazioni, sia le funzioni del suo linguaggio CQL (Cassandra Query Language) specializzato per lo sviluppo di applicazioni Data-driven. Per l'esecuzione delle transazioni è stata inserita la nuova capacità di linearizzazione delle istruzioni, analoga alla serializzazione esistente nei Database relazionali che evita l'ingenerazione di conflitti tra operazioni concorrenti.

Sono state inoltre migliorate la scalabilità lineare e la capacità di gestire elevati carichi di lavoro attraverso la revisione di alcuni algoritmi funzionali e della gestione dei possibili Timeout imputabili a potenziali incrementi nei tempi di risposta. Ma l'investimento più consistente è stato dedicato alle nuove funzioni che ne facilitano la migrazione da qualsiasi Database relazionale.

Apache Cassandra v2.0 è rilasciato in base alla licenza Apache v2.0 ed è scaricabile dall'indirizzo http://cassandra.apache.org/.

Cassandra-SummitTutte le novità della nuova versione, così come un'ampia rassegna dei progetti sviluppati ed in esercizio saranno illustrate nel corso del meeting europeo che si terrà a Londra il 16 ed il 17 ottobre.

Tutti i dettagli del programma sono visibili qui: http://www.datastax.com/cassandraeurope2013

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok