Menu

Microsoft: Cercasi CEO per assunzione anche immediata!

Servono ambizione, visione tecnologica su scala mondiale, competenze Hardware e Software su mercati Enterprise e Consumer nei settori Business, Informatica con particolare riguardo su Servizi e Cloud Computing, Telefonia e Mobilità, Entertainment e Video Games. Età massima 40/45 anni, visto che a 50 o poco più si viene pensionati. Paga generosa, commisurata ai risultati.

Ballmer-SteveLe annunciate dimissioni di Steve Ballmer, classe '56, da CEO a livello mondiale di Microsoft avranno effetto entro al massimo 12 mesi, ma aprono una buona prospettiva a chi vuole prendere il posto del primo Amministratore Delegato dell'azienda, dopo che il suo fondatore Bill Gates, classe '55, dal 2008 si è dedicato a tempo pieno allo sviluppo delle sue attività filantropiche. Certo, il compito non è semplice viste le dimensioni, i profitti, i mercati nei quali si muove Microsoft, ma le prospettive sono indubbiamente buone: Bill Gates, grazie alla sua azienda, è diventato l'uomo più ricco del mondo, mentre Steve ha accumulato un patrimonio pari "solo" a 15 miliardi di dollari!

I Compiti del nuovo CEO di Microsoft

Paga buona, ma lavoro impegnativo: attualmente Microsoft è impegnata su numerosi fronti di competizione, alcuni in totale contrasto tra loro e con un lotto di aziende molto aggressive che ne vogliono emulare il successo, anche a scapito dell'azienda di Redmond.

Innanzitutto, la sede di lavoro: ufficialmente, dalle parti di Seattle, nell'estremo Nord Ovest degli Stati Uniti, ma di fatto un aereo. Già, perché dovendo sovraintendere le operazioni che si svolgono in tutto il mondo, viaggiare occuperà una grande parte dell'agenda del nuovo - così come del vecchio - CEO di Microsoft. Per questo, tra le agevolazioni ci sono trattamenti sempre molto confortevoli, ma un imprecisato numero di SmartPhone, Tablet, LapTop da tenere sempre aperti ed in linea 24 ore su 24...

I compiti vanno ripartiti per settori di mercato e prodotti, per cui darne una visione sintetica è piuttosto difficile, ma ci impegnamo.

Informatica classica e Internet

Se da un lato il Software viene in parte soppiantato da apparecchiature hardware specializzate - tipo le Database Machine - ed in parte da servizi di Cloud Computing, questo non vuol dire che le esigenze di una volta delle imprese così come quelle dei privati tendano a scomparire, quanto a trasformarsi sostituendo i PC con Tablet e SmartPhone, i pacchetti applicativi con APPs, i Data Center con servizi Cloud erogati da Mega Data Center, condivisi da più aziende e operanti su scala mondiale. Questo vuol dire rivedere l'offerta per ciò che riguarda:

- Il sistema operativo che ha portato Microsoft nelle case e negli uffici di tutto il mondo: Windows 8 come sistema unico per tutti i tipi di Device, mobili o no, sta tardando a decollare, mentre l'atteso Windows 8.1, che forse slitterà al 2014, è ancora tutto da scoprire. Nel frattempo, Apple si appresta a rilasciare una nuova versione del suo iOS che già da tempo ha cavalcato la strada dell'interfaccia unica Multi-Device, mentre Google presenterà la nuova versione 5.0 di Android tra Ottobre e Novembre.

 - I Tool di produttività: Microsoft Office, che per anni ha generato la maggior quantità di profitti rispetto ad ogni altro prodotto di Microsoft è seriamente minacciato da vari servizi più o meno gratuiti fruibili in modalità Cloud o come Open Source creando una qualche competizione all'innovativo Office 365.

- I Tool di sviluppo e gestione sistemi: da un lato c'è un progressivo spostamento verso il basso nei tool di sviluppo, specie se si guarda al mondo Web, con strumenti e piattaforme Open Source e componenti pre-sviluppati pronti ad erogare servizi di sempre più alto livello, dall'altro c'è un progressivo spostamento verso l'alto provocato dai Mega Data Center specializzati nell'erogazione di servizi Cloud, provocando una revisione del ruolo dei Server dipartimentali. L'offerta di Microsoft Azure è pronta ed in crescita, ma ben lontana dalle posizioni di monopolista conquistate nel passato con Visual Basic o SQLServer.

La difficoltà più consistente in questo caso sta nel decidere se si vuole divenire un fornitore di servizi Cloud - quindi stemperando la natura di produttore di package a vantaggio di quella di erogatore di servizi - o un sub-fornitore di chi gestisce i servizi Cloud per conto dei clienti. Scelta non facile, ma strategicamente determinante, anche perché occorre difendere la consistente base di installato ed operare su scala mondiale dove la disponibilità di linee ad alta affidabilità e a buon mercato non è omogenea.

Il Web: Pubblicità, Commercio e Servizi

Molto limitrofo al settore informatico c'è il mondo Web inteso come intrattenimento e commercio, oltre che servizi. Per intendersi, la strada seguita da Google, che grazie al suo motore di ricerca è divenuta la concessionaria di pubblicità più grande del mondo, e da Amazon che partendo dai libri è oggi il più grande emporio del mondo. Entrambe, hanno poi aggiunto alla propria offerta tante altre componenti, per cui oggi Amazon è il più grande fornitore di servizi Cloud del mondo, mentre Google ha un set di APPs che non ha nulla da invidiare al portafoglio di prodotti Microsoft, sistemi operativi inclusi.

Qui Microsoft si gioca Bing, ma mente sta cercando di ritagliargli una consistente quota di mercato, si trova a dover combattere con la progressiva trasformazione della rete verso la multimedialità - divenendo un'importante alternativa ai canali televisivi tradizionali e a pagamento - con la raccolta pubblicitaria che vi si adegua, verso l'editoria ed il commercio (pubblicazione di riviste quotidiani e libri, di siti di viaggi e di beni, di sistemi di pagamento elettronico). Un mondo complesso dove Microsoft ha avviato varie iniziative - il mercato pubblicitario è forse uno dei pochi ad avere dimensioni tali da offrire nuove consistenti prospettive di crescita per l'azienda fondata da Bill Gates, ma fino ad ora il successo è stato solo marginale.

Le Telecomunicazioni

Anche il mercato delle Telecomunicazioni, strettamente connesso al Web e al Cloud Compiting ha dimensioni tali da esser considerato strategico per Microsoft e coerentemente sono state fatte varie mosse in tale direzione: il timido Messanger, il più consistente acquisto di Skype, il sistema operativo Windows 8 Mobile e gli accordi con Nokia su Windows Phone....

Tanti passi in una direzione importante, ma nessuno ancora determinante e seguito da una aggressiva politica di affermazione. Non si tratta di un capitolo chiuso, ma di un primo passo al quale ne dovranno seguire altri e ben più consistenti.

Intrattenimento e Giochi

A chiudere il cerchio tra informatica, internet e telecomunicazioni arrivano i giochi e l'intrattenimento dove sono già stati raccolti grandi successi con le Console XBox e le grandi raccolte di giochi, assicurando a Microsoft un importante ruolo anche come produttore di Hardware per il largo consumo. Ora si tratta di vedere come far evolvere da un lato l'anima di produttore di Device - oltre all'XBox ci sono gli strumenti per le Videoconferenze, i Mouse, le Database Machine la nuova Xbox Music. il Tablet Surface e via dicendo - dall'altra quella di "intrattenitore" occupando la maggior parte del tempo libero di chi usa le tecnologie per divertirsi e giocare.

Un ruolo molto diverso dai precedenti, ma assolutamente complementare per pubblico, mercati e strumenti.

Ah, dimenticavo: la Finanza

Completano il profilo ideale una elevata competenza nella gestione finanziaria di una società che ha una delle maggiori capitalizzazioni del mondo ed una liquidità ben superiore a quella dell'intero Stato Italiano.

Servono infine buone capacità di trainare e motivare collaboratori e clienti - Ballmer in questo costituisce un eccellente esempio - di parlare in pubblico, possibilmente in più lingue ed una buona telegenicità. Quanto al titolo di studio non ci sono preclusioni, né requisiti particolari. Vengono valutate maggiormente le esperienze maturate ed i risultati ottenuti nel passato.

 

PS. Io m candiderei volentieri, ma sono classe '56, quindi ormai fuori quota. In compenso, se qualcuno è interessato mi mandi pure la propria candidatura e sarò lieto di inoltrarla direttamente a Bill Gates via Twitter!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok