Menu

Performance Seekers, Devicers, VIPs, Cost Cutters, Curious Novicers, Control Seekers: chi sono costoro?

Lo Studio appena pubblicato da Ericsson Consumer sulla base di dati rilevati in UK, USA, Svezia e Italia, classifica gli utenti Mobili del Web - per intendersi, quelli che navigano su Internet con il proporio SmartPhone, in 6 categorie, ciascuna delle quali con proprie esigenze e priorità...

Che già oggi sia divenuto normale consultare la posta elettronica, fare ricerche o anche "verifiche rapide" usando il proprio telefono cellulare ormai è noto a tutti. Che con l'avvento dei Tablet l'accelerazione dell'uso di Internet tramite Device Mobili, diversi dal PC è sotto gli occhi di tutti. Ciò che però può sembrare sorprendente è che già nel 2012 si sono avuti i sorprassi nelle vendite di Tablet rispetto ai PC e del traffico generato da unità portatili rispetto ai PC. Così, l'attenzione verso i "nuovi consumatori" Mobile del traffico di rete diventa sempre più elevata, visto che si tratta di una torta da spartire tra pochi operatori, ma con prospetive di continua grescita per numerosi anni a venire...

Partendo da tali considerazioni, sulla falsariga di quanto fa normalmente Nielsen per segmentare i mercati, Ericsson ha sviluppato un nuovo studio intitolato Unlocking Consumer Value che classifica gli utenti in base alle proprie abitudini, esigenze e priorità nelle scelte dei gestori di traffico. Interessante evidenziare la scelta dei Paesi sui quali si è svolta la rilevazione dei dati: alla Svezia - patria di Ericsson - sono state aggiunte USA e UK per dimensioni dei mercati e l'Italia che continua ad essere uno dei mercati più consistenti per la telefonia mobile, sebbene ancora piuttosto arretrato negli utilizzi di Internet.

Ericsson Unlocking Consumer Value 2013

La Classificazione dei navigatori Mobile

Partendo dall'analisi dei fattori chiave che influiscono sull’esperienza dell’utente e sulle relazioni con i propri fornitori di servizi Qualità della Rete; Costi, Interazione e Device), Ericsson ha ripartito gli utenti in sei categorie, ciascuna delle quali connotata da proprie esigenze e priorità:

Ericsson-Unlocking-Consumer-Value-2013-Performance-Seekers• I Performance Seekers, che considerano fondamentale la qualità della rete e della connessione in quanto ritengono che si possa fare tutto attraverso le connessioni del proprio Device Mobile.
• I VIPs, per i quali l’interazione con il proprio operatore è fondamentale dal momento che amano sentirsi utenti privilegiati, potendo fruire anche di servizi e promozioni personalizzate.
• I Cost Cutters, che danno priorità alla convenienza economica dei piani tariffari, sono alla ricerca di offerte low cost e premiano gli operatori che non li sorprendono con costi aggiuntivi imprevisti.
• I Curious Novicers, utenti che si stanno affacciando al mondo dell’Internet Mobile e che stanno progressivamente scoprendo il potenziale dei dispositivi connessi. Per questa categoria, è prioritaria la relazione con l’operatore, da cui si aspettano un supporto tecnico e consigli amichevoli. Le prestazioni della rete e del dispositivo, nonché la sua facilità di utilizzo, sono altri elementi chiave che influiscono sulla relazione con l’operatore di questa categoria di consumatori.

Ericsson-Unlocking-Consumer-Value-2013-Devicers• I Devicers, utenti per i quali lo SmartPhone non è solo uno strumento di comunicazione ma un oggetto che rappresenta uno stile di vita e uno Status Symbol. Per costoro, la scelta dell’operatore dipende in larga parte anche dal dispositivo offerto in congiunzione ai piani tariffari.

• I Control Seekers, diffidenti e preoccupati dalle potenziali brutte sorprese nella fatturazione, per cui tengono costantemente sotto controllo l’uso di Internet in mobilità.

 

Qualità della Rete e Costi dei Servizi sempre presenti per tutti gli utenti Mobili

Ad accomunare le sei categorire di utenti, sia pure con pesi diversi, permangono comunque due fattori:

1. La qualità delle prestazioni di rete, che influisce sulla fedeltà verso il proprio operatore per cui risulta cruciale per poter costruire una relazione duratura con il consumatore.

2. Il rapporto qualità-prezzo dei servizi offerti, potendo fruire di piani tariffari modellati sulle proprie esigenze: un piano tariffario non ben scelto può infatti avere delle conseguenze molto onerose, inducendo gli utenti a cambiare operatore. Il rapporto tra operatore e consumatore è percepito attualmente come distante e poco familiare. La maggior parte degli utenti non ha vissuto esperienze eccessivamente negative ma manca un tocco personale e la relazione è considerata troppo defocalizzata.

Stando allo studio del ConsumerLab Ericsson la relazione tra il consumatore e l’operatore può essere migliorata attraverso programmi che premiano la fedeltà, offerte personalizzate che facciano sentire l’utente più coinvolto e aumentarne così il livello di soddisfazione. E su questo fattore si giocherà la competizione nei prossimi anni, specie in vista dei consistenti incrementi di volumi di traffico previsti.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok