Menu

APPs iOS per iPhone e iPad: attenzione alla sicurezza. Come difendersi?

Il Report di Techweek Europe evidenzia come le APPS per gli SmartPhone di Apple sono le più vulnerabili - e vittime - del Spyware, il Malware che rileva dati e comportamenti dell'utente.

Il Report pubblicato da TechWeek Europe ha lancato un'allerta a tutti gli utenti di Device mobili - SmartPhone e Tablet - con particolare attenzione per gli utenti di iPhone e iPad che, stando ai dati rilevati, sembrano essere i più vulnerabili nei riguardi di programmi di Spyware - il cui compito è catturare dati e abitudini degli utenti, per poi trasmetterne le informazioni a chi potrà trarne vantaggi personali o commerciali - tipo SpyEra, SpyBubbleFinSpy e StealthGenie.

In effetti, questi programmi di Spyware svolgono un gran numero di funzioni tutte derivanti dalla loro capacità di controllare in tempo reale tutte le operazioni fatte usando uno SmartPhone, accedenndovi da un qualsiasi. Il presupposto è che questo software sia stato installato sul telefonino dell'utente, in modo più consapevole da parte di quest'ultimo. Questo vuol dire poter rilevare le chiamate fatte - da un parente, dal coniuge, da un collaboratore o socio - a chi e di quale durata, leggere messaggi, mail e SMS, consultare la rubrica dei contatti, rilevare la precisa localizzazione del telefonino, registrare gli indirizzi Web visitati, vedere tutte le foto registrate, inviate e ricevute. In alcuni casi, si possono persino ascoltare in diretta le conversazioni telefoniche. Installare questo software è sempre legittimo se l'utente del telefonino ne è consapevole, ma in molti casi questo viene fatto a sua insaputa, o usando gli stessi principi tecnologici, passando attraverso le rete usando delle APP che funzionano come Cavalli di Troia.

Android in testa per Malware, iOS per Spyware

Stando ai dati dell'indagine, in generale, il Malware sta divenendo un problema sempre più consistente per gli SmartPhone con Android a causa della sua maggior apertura rispetto al sistema operativo ed alle regole per accedere all'APPStore di Apple. Non per nulla, di recente F-Secure ha censito più di 50.000 differenti Malware rilevati su SmartPhone Android, nella gran parte dei casi del neppure percepiti dai proprietari degli apparecchi che però ne pativano le conseguenze, soprattutto in termini di traffico dati, a pagamento, generato sulla rete.

Per rilevare questo genere di problemi, l'israeliana Lacoon, azienda specializzata nello sviluppo di antivirus di nuova generazione, sostiene che i tradizionali metodi servono a ben poco, mentre l'unico modo di rilevazione e difesa si ha nel continuo monitoraggio del traffico sulla rete o sul Device.

La diffusione dello Spyware su SmartPhone - Fonte Lagoon SoftwareConcentrando quindi l'attenzione sullo Spyware, risulta che il suo bersaglio preferito sono i Device iOS  rispetto agli SmartPhone con Android, con un rapporto di 51% a 35% su un campione di 175 telefonini vittime di tale genere di Malware.

Per installare lo Spyware, gli hacker devono fare un'operazione di "jailbreak", ovvero violare, il sistema operativo, così da installarvi poi il proprio software, facendolo tuttavia in modo non evidente, così da non destare alcun sospetto nell'utente. Perchè questo avvenga, l'utente deve aprire un documento, visitare un sito, connettersi via USB a componenti precedentemente infettate. Per questo, vengono spesso usati programmi che svolgono altre funzioni, mascherando le operazioni che ne compromettono la sicurezza.

L'aggiornamento a iOS 6

Di questi problemi di sicurezza è consapevole anche la stessa Apple, tant'è che con l'aggiornamento alla versione 6 del suo sistema operativo (iOS 6) ha risolto ben 197 vulnerabilità rilevate nel tempo.

Le vulnerabilità risultavano distribuite a vari strati del sistema operativo, dal Kernel al Loader, ai sistemi di comunicazione giusto per citarni alcuni, dovuti essenzialmente alla crescita della complessità del sistema.

Che fare per difendersi?

Le precauzioni da prendere sono varie, accomunate da due principi: usare il buon senso e controllare. Nel primo caso - il buon senso - mantenere sempre aggiornato il sistema operativo iOS, ma anche Android, evitare di fare jailbreak sul proprio telefonino, di lasciarlo usare da persone non fidate, di installarvi APPs - spesso gratuite - non garantite, specie se richiedono la preventiva "apertura" del sistema operativo.

Nel secondo caso, controllare: se il telefonino diventa improvvisamente più lento del normale, se consuma batteria in modo inspiegabile, se il proprio traffico telefonico cresce in modo improvviso e inspiegabile, è probabile che sia stato colpito da Spyware o da altre forme di Malware, così può risultare conveniente resettarlo, partendo da un Backup fatto quando tutto funzionava perfettamente. In ogni caso, proteggere sempre tutti gli accessi con Password sicure, cambiandole di tanto in tanto.

E se restano ancora dei dubbi, o se ci si vuole proteggere una volta per tutte, si può sempre installare qualche anti-malware specializzato, tipo quello proposto dalla Lacoon Security.

SmartPhone-AntiMalware

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok