Menu

Antivirus: e il migliore in assoluto è....

Come stabilire qual è il migliore AntiVirus in circolazione, tenendo presente che ormai sul mercato ce ne sono un centinaio? Una risposta in tal senso ci arriva dal laboratorio austriaco AV-Comparatives tanto in termini di metodologia, quanto di Tool che ha appena pubblicato i dati aggiornati a Marzo 2013

Il laboratorio austriaco, che fa capo ad una società senza scopo di lucro AV-Comparatives ha pubblicato oggi, 10 aprile 2013, i risultati della analisi comparativa tra i Tool AntiVirus che svolge annualmente presso i propri laboratori di Innsbruck. Prima di addentrarci in un rapido esame dei dati, val la pena di considerare le metriche utilizzate in generale per la valutazione degli AntiVirus.

Innanzitutto, il numero di Vendor: per scelta, AV-Comparatives limita le proprie analisi a 16-20 Vendor, concentrandosi su quelli che hanno una più consistente presenta sul mercato, storia e marchio. Dopo di che, periodicamente, vengono condotti dei testi sulla base dei seguenti parametri:

  1. Whole-Product Dynamic ("Real-World") Protection Test: questi test mirano a valutare le capacità delle Suite AntiVirus nel loro insieme, installandoli per come vengono rilasciati, utilizzandone tutte le funzioni e le definizioni di Default. I risultati vengono pubblicati mensilmente, a partire dal mese di marzo e riepilogati in un rapporto annuale.
  2. File Detection Test: in questo caso si ha come obiettivo individuare i File di Malware, quindi il tasso di rilevamento raggiunto da ciascun sistema. Si tratta di un parametro importante per stabilire il grado di automazione e di affidabilità assicurato da ciascun antivirus o antimalware. Nel test viene valutato anche il tasso di Falsi  positivi.
  3. Proactive / Retrospective Test: valuta la capacità dei vari prodotti nel reagire di fronte a Malware sconosciuti in termini di misure di protezione e meccanismi di risposta alle minacce. Anche in questo caso vengono stabiliti i tassi di falsi positivi segnalati.
  4. Falsi Allarmi: si rilevano le segnalazioni erroneamente lanciate nel corso dei File Detection Test.
  5. Performance Test: quanto pesa il tool AntiVirus sulle prestazioni generali del sistema? Qui viene valutata proprio la quantità di overhead generata da ogni Antivurus.
  6. Malware Removal / Cleaning Test: una volta individuato, il Malware va rimosso dal sistema. Nel corso di questi test viene valutata la qualità degli interventi di rimozione sia in termini di difficoltà degli interventi richiesti agli utenti, sia in termini di effettivo sradicamento del Malware dal sistema.
  7. Anti-Phishing: valuta il livello di protezione assicurato contro le truffe perpetrate dai siti Web specializzati in questo genere di operazioni.
  8. Corporate: se il tool AntiVirus viene installato e gestito a livello "Impresa", il personale preposto a questa attività necessita di particolari funzioni di amminstrazione e controllo per garantire la sicurezza dei propri utenti. La focalizzazione di questi test copre proprio questi aspetti.
  9. Mobile Security Reviews: vista la rilevanza che stanno assumendo i Device Mobili, ad essi viene dedicata questa serie di test.

Con questo schema in mente, che potrebbe esser utilizzato anche dalle imprese e dagli utenti per la valutazione dei propri AntiVirus, vediamo i risultati appena pubblicati da AV-Comparatives, tenendo comunque presente che il laboratorio austriaco è anche in grado di rilasciare vari tipi di certificazionI ufficiali sui singoli prodotti esaminati. 

I risultati del Real-World Protection Test sugli AntiVirus

Come visto, il Real-World Protection Test rappresenta il test complessivo più significativo di tutti quelli condotti dalla AV-Comparatives.

Prima di tutto, l'allarme a livello di sistema operativo e applicazioni di base molto diffuse quali Adobe Flash, Acrobat Reader e numerosi programmi in Java: affidandosi unicamente alle loro funzioni, anche tenendole costantemente aggiornate, stando ai dati delle analisi, ben il 55% dei siti internet contenenti Malware riuscirebbero a compromettere il funzionamento dei sistemi colpiti, dimostrando una volta di più che attrezzarsi con un AntiVirus è assolutamente indispensabile se non si voglio patire malfunzionamenti, perdite e manipolazione di dati.

L'analisi comparativa è quindi stata condotta su 21 AntiVirus. Tra questi, così come rappresentato nella figura, i Tool di Emsisoft, F-Secure, G DATA, Kaspersky e della cinese Qihoo-360 sono stati in grado di assicurare protezione al 100% contro tutti i Virus ed il codice maligno utilizzato nel corso dei test.

Emsisoft, F-Secure, G DATA, Kaspersky e Qihoo-360 hanno assicurato protezione al 100% contro tutti i Virus ed il codice maligno

In coda alla classifica troviamo, procedento a ritroso, i Tool di AhnLab, Tencent-QQ e quelli di AVG e dell'inglese Sophos.

L'analisi dettagliata è scaricabile da questo indirizzo http://av-comparatives.org/comparativesreviews/dynamic-tests, mentre in questa pagina http://chart.av-comparatives.org/chart1.php si può consultare dinamicamente l'andamento nel tempo e per comparazione di tutti i prodotti in funzione delle metriche definite.

L'affidabilità dei Real-World Protection Test è riconosciuta su scala internazionale e di recente è anche stata premiata con il Cluster Award for innovation in computer science assegnatole dallo “Standortagentur Tirol”.

File Detection Test

In contemporanea, sono stati rilasciati anche i risultati del File Detection Test, la cui sintesi dei risultati è illustrata nella figura qui sotto (i valori migliori sono quelli più bassi, con GData 2013 qualificatosi come il migliore), mentre il dettaglio è scaricabile da questo indirizzo: http://av-comparatives.org/comparativesreviews/detection-test:

AV-Comparatives-Independent-Tests-of-Anti-Virus-Software-File-Detection-Test

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok