Menu

Gartner: previsioni quantitative per Mobile, APPs, Big Data e altro ancora

In preparazione del prossimo summit World Mobile Congress 2013, Gartner ha pubblicato i propri forecast per alcune delle classi di prodotti e servizi più in vista di quest'anno

Come ausilio all'interpretazione di quanto verrà presentato al prossimo World Mobile Congress 2013, Gartner ha pubblicato un'interessante serie di tabelle che rappresentano gli andamenti di vari mercati nei prossimi cinque anni. Dati che chi partecipa alla manifestazione potrà discutere direttamente con gli analisti che li hanno prodotti. Vediamone qui alcune.

Device

Comparando i dati consuntivi con quelli di previsione, per gli analisti di Gartner nel 2013 si avrà una crescita complessiva dell'11,3%, da confrontarsi con quella già significativa del 2012 attestatasi poco sotto il 6%. In realtà, però, le cose non sono andate in modo omogeneo.

Gartner Worldwide Devices Market

Nel 2012 il comparto dei Personal Computer è cresciuto sono dello 0.2%, mentre per il 2013 tornerà a livelli più consistenti, attorno al 7.3%.Gartner Worldwide Smartphone Market per Sistema Operativo

Anche per i telefoni cellulari il 2012 è stato relativamente povero (+3,2%), ma se ne aspetta un ritorno per il 2013 (+9,5%).

In questo caso, a far meditare è la distribuzione delle vendite per sistema operativo, che vedono il crollo di RIM, nonostante il rilascio dei nuovi modelli e piattaforme, il dilagare di Android e la relativa tenuta di Apple che però vale circa un terzo delle vendite del sistema operativo di Google.

Gartner Worldwide Tablet MarketLa parte del leone l'anno quindi fatta indubbiamente i Tablet che a fine 2013 potranno sfiorare i 200 milioni di unità nuove vendute.

In questo caso, però, Apple continuerà ad essere il dominatore, con il doppio delle vendire di Android, qualche unità per Windows e praticamente nessuna per RIM!

Mobile Application

Entro il 2016, l'uso di APPS attraverso apparati mobili supererà quello di applicazioni attivate via Internet, rendendo le APPS il segmento dominante per la fruizione di servizi Web.

  1. Già oggi, le APPS ed il loro ecosistema sono cresciuti in modo impressionante, ma anche nei prossimi anni continueranno a diffondersi a tassi notevolmente elevati. Per Gartner, nel 2012 le APPS hanno generato un giro d'affari pari a 15 miliardi di dollari, con 45 miliardi di download. Valore che per il 2016 arriverà facilmente a 74 miliardi e 305 miliardi di download (da notare l'ulteriore discesa di prezzi già bassi per le tradizioni del software che conosciamo oggi).
  2. Sempre nel 2012, sono stati venduti più di un miliardo di Smartphone. Nel 2016 le vendite saranno ancora superiori almeno del 50%, mentre per i PC non si prevedono grandi sviluppi.
  3. L'uso degli apparati mobili è in costante crescita, con utenti che ormai in varie parti della terra passano anche più di due ore usando i prorpi Smartphone per navigare, eseguire APPS e fare cose diverse dal telefonare: fotocamete, videocamere, lettori di eBook e altre attività ancora che fanno di questi appecchi degli strumenti più poliedrici ed utilizzati di quanto lo siamo mai stati i PC.
  4. La crescita delle reti ad alta velocità delle reti mobili, nei prossimi 4 anni sarà superiore per un fattore di 4 a 1(32% vs. 7%) rispetto a quella per le reti fisse. Così, anche una delle aree di maggior forza dei PC verrà a cadere, rendendo ancor più interessante l'uso degli apparati mobili e delle connessioni wireless.

Big Data

I Big data sono proiettati a divenire uno dei fattori più consistenti per gli investimenti delle Direzioni IT delle imprese. Trend che è destinato a rafforzarsi nel corso dei prossimi anni, fino a tutto il 2020, con l'apparire sul mercato di nuove generazioni di prodotti, soluzioni, servizi.

I Big Data non vanno tuttavia considerati come un mercato a sé stante, ma come parte integrante del mercato IT nel suo insieme, portando a rivedere la stessa impostazione di componenti già esistenti e consolidatesi nel tempo.Gartner Worldwide BigData Market

Nel 2012, gli investimenti in attività collegate all'impiego dei Big Data hanno raggiunto i 28 miliardi di dollari. Gran parte di questo denaro è stato destinato ad adattare soluzioni tradizionali alle nuova realtà dei Big Data. Ma di questi, già oltre 4 miliardi sono stati investiti nello sviluppo di soluzioni di nuova generazione. Ripartizione che mano a mano che usciranno nuovi strumenti e che si consolideranno le competenze nell'area è destitata a mutare, proprio a favore delle nuove soluzioni, sotto la spinta impressa dall'uso dei Social Media, dei Social Network e dell'analisi dei contenuti non strutturati che ormai popolano tutta Internet.

Cresceranno di conseguenza la necessità di skill, specie in considerazione del fatto che tra investimenti in licenze software ed i servizi ci sarà un rapporto pari a tra 1 e 20!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok