Menu

Nel 2013 le aziende dovranno confrontarsi con la sfida delle App

Nei prossimi 12 mesi un numero crescente di piattaforme di tipo proprietario aumenterà le complessità nell'ambiente Enterprise.

Citrix prevede che la crescita del fenomeno Bring-Your-Own Device (BYOD) porterà una maggiore pressione nei reparti IT che si troveranno a gestire e monitorare molteplici piattaforme proprietarie, in conseguenza del fatto che i lavoratori utilizzeranno sempre più anche applicazioni personali per le attività aziendali.

Il 2012 è stato contraddistinto dalla proliferazione di smartphone e tablet, seguita dall'implementazione degli strumenti necessari per l'utilizzo di tali dispositivi per la produttività aziendale. Di conseguenza, nel 2013 molte aziende dovranno confrontarsi con un aumento del numero di applicazioni personali che i lavoratori scaricheranno per scopi aziendali, portando in primo piano la questione della loro gestione.

Una ricerca indipendente commissionata da Citrix a ottobre ha rivelato che il 62% delle organizzazioni ha definito come "difficile" la "gestione delle applicazioni su dispositivi mobili" conseguente all'introduzione di una politica BYO nella propria organizzazione. Il mondo enterprise dovrà progressivamente gestire il crescente numero di applicazioni che i dipendenti utilizzano nell'ambiente di lavoro su molteplici dispositivi eterogenei e decidere come si integreranno nella struttura IT complessiva dell'azienda.

Fino a poco tempo fa, le aziende si sono concentrate quasi esclusivamente sulla piattaforma Windows per fornire il desktop e la maggior parte delle applicazioni, ma la proliferazione di nuovi tipi di dispositivi sta a sua volta introducendo piattaforme alternative nell'ambiente di lavoro e questa tendenza è destinata a manifestarsi con maggiore incisività nel 2013.

Massimiliano Ferrini, Country Manager di Citrix Italia, ha commentato a questo proposito: “Nel 2012 abbiamo assistito a una crescita del numero di applicazioni aziendali disponibili su piattaforme alternative, con uno sviluppo più consistente per Android e iOS. Gli utenti si sono ormai abituati a scaricare con estrema facilità app nei loro smartphone e tablet e a volerle usare nell'ambiente di lavoro e per scopi di lavoro".

Considerata questa premessa, il reparto IT sarà sottoposto a una crescente pressione, dovendo monitorare il complesso ambiente creato da tutte queste piattaforme e app proprietarie per assicurare che l'azienda mantenga un controllo, e per evitare di aprire la rete aziendale alla minaccia di attacchi dannosi” conclude Ferrini. Inoltre per i prossimi 12 mesi Ferrini ha identificato quali saranno le tendenze più importanti, correlate tra loro:

  • Servizi cloud e di networking: nel 2013 i servizi cloud inizieranno veramente ad essere adottati diffusamente. Diciotto mesi fa il numero di veri servizi cloud a disposizione delle aziende era relativamente limitato. Ora sono disponibili molte più possibilità di scelta e sono molti i fornitori che offrono questo tipo di servizi ai clienti.
  • Mobility: il concetto di mobile enterprise verrà interpretato in modo diverso, ogni azienda avrà esigenze specifiche, ma ci appare chiaro che nel 2013 le soluzioni di mobility saranno ampiamente adottate. D'altro canto, coloro che hanno già investito in questi ambiti cercheranno di incrementare ulteriormente la loro capacità, offrendo maggiore flessibilità di utilizzo dei servizi IT ai dipendenti.
  • Migrazione del desktop: mentre la maggior parte delle aziende ha già iniziato la migrazione dei propri desktop, le piccole e medie imprese stanno iniziando a manifestare la necessità di passare da XP a Windows 7/8, sia per esigenze di produttività sia per risolvere il più pratico problema della scadenza del supporto per Windows XP.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok