Menu

Nuove tecnologie e cambiamenti sociali cuore di una profonda trasformazione delle esperienze di viaggio

I dati dello studio condotto da Amadeus su scala globale

Realtà aumentata, gamification, registrazione intelligente dei passeggeri, biometrie a lungo raggio e sviluppo di programmi benessere per guidare il cambiamento nei prossimi 10 anni e oltre, preannunciando una nuova era dell’industria dei viaggi collaborativi.

Sono questi i principali emersi dallo studio pubblicato nei giorni scorsi da Amedeus, in seguito a rilevazioni svolte su scala mondiale nel corso dei mesi scorsi.

Secondo la ricerca, “From Chaos To Collaboration: come il progresso tecnologico contribuirà alla nascita di una nuova era nel settore dei viaggi”, l’industria del turismo deve oggi consolidare azioni di partenariato, eliminando i fattori di stress, l’incertezza e il caos generalmente associati ai viaggi nel ventunesimo secolo e fornendo ai consumatori esperienze di viaggio contemporaneamente più ricche, appaganti e personali.Malta

Sviluppato da The Future Company, leader nel settore della consulenza globale e commissionato da Amadeus, leader nella distribuzione e nella fornitura di tecnologie avanzate per l’industria globale dei viaggi e del turismo, lo studio rileva un chiaro fenomeno evolutivo in cui gli utenti diventano partner piuttosto che clienti e dove il luogo di destinazione del viaggio è importante tanto quanto la modalità di spostamento.

Alla base di questa nuova era all’insegna della collaborazione ci sono necessariamente tecnologie e innovazioni abilitanti.

Lo studio, basato su una vasta ricerca, su indicazioni fornite da esperti del settore - tra cui “tecnologi”, rappresentanti leader dell’industria dei viaggi, esperti di tendenze sociali e menti futuriste – e indagini quantitative su viaggiatori in Brasile, Cina, Russia, Spagna, Emirati Arabi, Inghilterra e Stati Uniti, esplora sei aree strategiche in cui le tecnologie e le innovazioni future potranno essere impiegate.

Principali risultati

1. L’era futura dell’esperienza – Il viaggio sarà sempre più una questione di esperienza vissuta.  Le tecnologie come la realtà aumentata, la gamification e i dispositivi mobile trasformeranno il viaggio, rendendolo più intenso e speciale.

2. Transito automatico - Grazie all’introduzione di sistemi di gestione dell’identità più veloci ed efficienti, il check-in potrebbe diventare l’eccezione piuttosto che la regola. Chip, biometria, impronte digitali a distanza e tecnologia NFC (Near Field Communication) possono essere utilizzati in modo più integrato e adeguato alle tempistiche dei viaggiatori.

3. Memoria di pagamento -  Tutti i dati relativi ai pagamenti fatti prima e durante il viaggio potranno essere integrati come fossero una memoria digitale relativa a una spesa o un’attività svolta a livello individuale, collettivo o dagli operatori turistici. La registrazione intelligente dei passeggeri, la tecnica di navigazione “breadcrumb” e le tecnologie contactless potranno essere utilizzate per personalizzare e raggruppare servizi che daranno maggior valore al viaggiatore garantendo relazioni più efficaci.

4. Raccomandazione intelligente - Poiché la tecnologia ha permesso alle persone di seguire da vicino e rivedere tutti gli aspetti del loro viaggio, i consumatori saranno sempre più influenzati da gruppi e specialisti che condividono le proprie esperienze in rete. La possibilità di avere una guida personale e un accompagnatore turistico mobile darà ai viaggiatori gli strumenti necessari per arricchire la loro esperienza.

5. Tenere lo stress fuori dal viaggio - I programmi benessere e i cambiamenti demografici aiuteranno a diminuire lo stress da viaggio. L’etichettatura intelligente del bagaglio e dei biglietti eviteranno ulteriori preoccupazioni ai passeggeri, mentre le applicazioni m-Health permetteranno di gestire e monitorare il proprio benessere e la propria salute come se si fosse a casa.

6. Il turista business - La continua ricerca dell’equilibrio tra vita privata e lavorativa e il benessere sul posto di lavoro possono portare all’aumento del numero di turisti di fascia business che chiederanno maggior velocità ed efficienza sentendosi a proprio agio come se fossero a casa propria.

Secondo Eberhard Haag, Executive Vice President, Global Operation, Amadeus: “Nel prossimo decennio, ci sarà la possibilità di ridefinire le modalità in cui l’industria dei viaggi fornisce e offre servizi per andare incontro ai nuovi bisogni dei viaggiatori. È dunque importante favorire un maggiore scambio di informazioni, avere la volontà di sfidare lo status quo e migliorare la collaborazione biunivoca tra viaggiatori e operatori. Ci siamo impegnati a stimolare il dibattito nel settore dei viaggi a proposito dei cambiamenti del mondo, dell’aumento delle aspettative dei viaggiatori e dell’evoluzione industriale, così da assicurare la crescita e il profitto futuro per i nostri clienti”.

Andrew Curry, Director & Co-author, The Future Company ha dichiarato: “Noi non abbiamo elaborato ipotesi tecno-centriche sul futuro dei viaggi, evitando così di disegnare macchine volanti o robot intelligenti in un mondo altrimenti invariato fino a oggi. Non è possibile fare una previsione intelligente o realistica sull’effetto della tecnologia senza considerare infrastrutture, sistemi e modelli di business, valori sociali e tendenze. Ci auguriamo che questo studio possa sfidare, provocare e stimolare il pensiero sul modo in cui tutti viaggeremo nel futuro”.

La copia del report completo è disponibile all'indirizzo: http://www.amadeus.com/it/x16687.html.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok