Menu

RIM: Class Action in USA e Canada per il blocco dei servizi BlackBerry

Mentre, al momento, gli utenti italiani dovrebbero accontantarsi del regalo di alcune Apps, quelli oltreoceano non si accontentano e affilano le armi...

Innanzitutto, il fatto: per quasi quattro giorni, la rete sulla quale si appoggiano, tra gli altri, i servizi di posta elettronica usati dagli utenti di BlackBerry ha avuto gravi disservizi, bloccando i messaggi e le possibilità di navigazione sulla gran parte dei Paesi delle due sponde dell'Oceano Atlantico, America ed Europa. I numeri coinvolti dal problema, che sembra sia stato originato da un malfunzionamento occorso al Datacenter di Londra, sono davvero grandi: si parla della metà dei 70 milioni di utenti!

Per ricompensare i propri utenti del disagio e dei danni subiti, RIM ha pensato di metter loro la possibilità di scaricare gratuitamente dal suo App Store, fino al prossimo 31 dicembre, le seguenti applicazioni: SIMS 3 – Electronic Arts;Bejeweled – Electronic Arts; N.O.V.A. – Gameloft;Texas Hold’em Poker 2 – Gameloft; Bubble Bash 2 – Gameloft; Photo Editor Ultimate – Ice Cold Apps; DriveSafe.ly Pro – iSpeech.org; iSpeech Translator Pro – iSpeech.org; Drive Safe.ly Enterprise – iSpeech.org; Nobex Radio™ Premium – Nobex; Shazam Encore – Shazam; Vlingo Plus: Virtual Assistant – Vlingo.

In aggiunta a questo, agli utenti Enterprise sarà erogato un mese di supporto tecnico gratuito.

Azione volenterosa - anche se certo non proprio fair da parte dell'azienda - che ha lasciato gravemente insoddisfatti gli utenti statunitensi e canadesi, sempre molto più intransigenti sulle mancanze delle Enterprise di noi italiani, i quali hanno deciso di avviare una Class Action in piena regola contro la RIM sia in Canada che negli USA.

La querela è stata presentata Mercoledì 26 ottobre nel Quebec, contestando alla Research in Motion di non aver adeguatamente ricompensato i suoi utenti per i danni generati loro in seguito al blocco dei servizi della rete che hanno subito dall'11 al 14 ottobre 2011.

Contemporaneamente, tutti gli utenti di BlackBerry sono stati invitati ad aderire all'iniziativa, in modo da poter tutelare possibilmente tuttii clienti danneggiati dalla sospensione del servizi di e-Mail e di Messenger di BlackBerry Messenger.

La stessa azione è stata avviata anche a Santa Ana, in California, dove sembra che gli utenti interessati all'iniziativa sembra siano ben 2.4 milioni.

Sembra quasi il colpo di grazia a RIM che già stava soffrendo sia sul piano delle vendite che dei rinnovi contrattuali per il formidabile attacco sferratogli dal duo Apple/Samsug, con i rispettivi iPhone e Galaxy.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok