Menu

L'Open Virtualization Alliance cresce ancora

Toccata quota 200 con l'ingresso di aziende che operano nel Cloud Computing e nei mercati emergenti

L’Open Virtualization Alliance (OVA), un consorzio impegnato a favorire l’adozione di tecnologie di virtualizzazione open, inclusa la Virtual Machine basata su Kernel (KVM), ha annunciato che sta registrando una rapida crescita nella partecipazione di aziende focalizzate sul cloud computing e provenienti dai mercati emergenti di tutto il mondo.

KVM costituisce un’alternativa Open Source all'implementazione di soluzioni in Cloud Computingassicurando l’indipendenza dal "Vendor Lock-in". Ragione per la quale l’OVA sta continuando a guadagnare ulteriore spinta e partecipazione di aziende.

Oltre il 50% dei membri OVA sono focalizzati sul cloud computing e sulla virtualizzazione. Efficienza, flessibilità ed affidabilità sono gli attributi chiave che i cloud provider devono offrire ai propri clienti. Supportando l’Open Virtualization e la KVM, si possono ridurre i costi, incrementando la densità delle macchine virtuali, migliorando le prestazioni, potenziando la sicurezza e implementando cloud estremamente scalabili ed affidabili.

La partecipazione all’OVA è in significativo aumento anche tra le aziende nelle nuove regioni globali, che includono l’Asia, il Pacifico e il Sud America. Le aziende nei mercati emergenti devono essere in grado di partire velocemente e scalare rapidamente le proprie operazioni con investimenti minimi. La rapida adozione di Linux e di altre tecnologie open source nei mercati emergenti, il basso costo, l’elevata qualità e le maggiori opzioni di scelta garantite dall’open virtualization e da KVM permettono alle aziende di tutto il mondo di aiutare i clienti a virtualizzare e ottimizzare le loro infrastrutture.

“L’impressionante crescita del numero di membri di OVA è un segnale molto incoraggiante relativo all’interesse e alle potenzialità per KVM nei mercati emergenti e nel cloud, dove l’open virtualization è pronta ad imporsi come tecnologia chiave. Oltre 200 membri in 3 mesi sono davvero tanti e rappresentano una solida base per una potente alleanza”, afferma Gary Chen, research manager, Enterprise Virtualization Software in IDC. “Con una tale base di membri, peraltro in continua crescita, sarà interessante vedere che genere di output e che influenza l’alleanza può generare in un prossimo futuro per promuovere KVM”.

“Abbiamo collaborato a stretto contatto con il membro OVA Autonomic Resources per creare una nuova piattaforma di business e analisi usando una combinazione di tecnologie open source cloud e di virtualizzazione”, afferma James Ellis, direttore, Office of Survey Support & Application Management di US Energy Information Administration. “Con questa soluzione, riduciamo i costi, migliorando le capacità tecnologiche, introducendo un computing basato su standard e favorendo la realizzazione della policy Cloud First. Con KVM alla base della nostra piattaforma, stiamo raggiungendo nuovi livelli di prestazioni e scalabilità per i nostri sistemi”.

Al momento del lancio nel maggio 2011, i membri fondatori dell’OVA includevano BMC Software, Eucalyptus Systems, HP, IBM, Intel, Red Hat e SUSE.

Il consorzio ha annunciato l’aggiunta di 65 membri nel giugno 2011, mentre oggi può contare su 134 nuovi membri, tra i quali: 6WIND, AccelOps, Acronis, ACT750, aiCache, Aleux, ALOG Datacenters do Brasil, Alphinat, Altern-IT, Appnovation, AppZero, Authernative, Avere, Bacula Systems, Balidea, Bloombase, BobCares, Broadcom, CA Technologies, Canonical, Centec Networks, Chelsio, CiRBA, ClassCat Co., Ltd., CloudPassage, CloudRows, CloudShare, Cloudsoft Corporation, Cloudspace, Colfax International, ComputeNext, Coraid, Cordial, coreFusion, CumuLogic, Cybera, DataStax, DCH LLC, Defcon-IT, Dyn, Eaton, ElasticHosts, ElasticStack, Emulex, Endace, Ennoia Systems, Exelanz, Exetra ICT, FOSS-Group GmbH, Fujitsu, Guida Advisory, HelpSystems, Hitachi, Hitachi Data Systems, Igelamerica, Infosim, InfraStacks, LLC, Interface Masters Technologies, Ipe, iSencia, IT Linux, Jambu, Jaspersoft, Jinfonet Software, Jinny Software, Joyent, JW Electronic Co. Ltd., K35, Kamp.de, Leading Edge, Linbit, LinuxIT, m2mi, Mamatec, Manage Operations MO, ManageIQ, Mellanox Technologies LTD., Midokura, MiTAC International Corp., MKNOD, NEC, Neebula, NetApp, Net Direct Systems, NetView, Netweb Technologies, Nexenta, NoLogin, Nubefy, Obsidian Systems, OnApp, op5 AB, OpenCrowd, OpenFabrics Alliance (OFA), Persistent Systems, Platform Computing, PLX Technology, Pragmatech Solutions Inc., Puppet Labs, QLogic, Qnap, Quest Software, Radware, RAID Inc., Raima, ReasonNet b.v., Savant Tecnologia da Informação, ScaleMP, ScaleXtreme, SecludIT, Securelinx, Silicom, Silver Peak Systems, SkyLinux, Soporte Libre, Sourcefire, Splunk, StreamWIDE, Sublime IP, Summan, System Fabric Works, Texas Memory Systems, Tripwire, Unitrends, VaraLogix, Virtensys, Virtual Open Systems, Vision Solutions, Vizuri, VKernel, WiKID Systems, Inc., Xsigo e Zenoss.

Uno degli obiettivi di OVA prevede la promozione dello sviluppo di best practice relative a KVM e in questa direzione è cominciato il lavoro tra i membri dell’Open Virtualization Alliance per creare e pubblicare documentazione specifica su KVM. Attraverso il ‘call for papers’ dell’OVA, i membri possono sottoporre best practice, risorse di prestazione e ottimizzazione, suggerimenti e trucchi, white paper tecnici, case study e sunti di soluzioni.

KVM sta anche lasciando un segno grazie ai risultati di benchmark relativi alla virtualizzazione. Per esempio, dei 17 risultati di benchmark SPECvirt 2010 pubblicati su http://www.spec.org, 10 sono stati raggiunti utilizzando la tecnologia KVM, che include il benchmark di prestazioni generali più alto e il numero più elevato di macchine virtuali performanti che girano su un unico host.

Ulteriori informazioni sull’Open Virtualization Alliance e i suoi membri sono all'indirizzo www.openvirtualizationalliance.org

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.