Menu

Per IDC, il mercato dell'Unified Communication raddoppierà in Europa dagli 8miliardi di dollari del 2010 ai 16,6 del 2014

La crescita, relativamente modesta, ma consistente e continua, si concretizza in un cauto acquisto di nuovi apparati, progressivo e senza veri momenti di boom

I dati, illustrati da Isabel Montero, Senior Research Analyst di IDC ed una delle autrici dello studio, sono frutto delle cautele manifestate dalle aziende nel passaggio alle nuove infrastrutture, alle quali si contrappone l'inarrestebile crescita data dal miglioramento dei servizi agli utenti che offrono le nuove tecnologie di Unified Communication e Collaboration.

La crescita del mercato sarà accompagnata anche da una radicale trasformazione sul lato dell'offerta, generandovi:

  1. Un progressivo spostamento dall'acquisizione di apparati alla fruizione di servizi online, fino a vedere la prevalenza di questi ultimi tra le preferenze degli utenti, specie nell'ambito delle piccole e medie imprese. L'Outsourcing di tali servizi risulterà infatti sempre più efficace tanto sul piano della riduzione dei costi, quanto su quello dell'incremento della qualità dei servizi. Di conseguenza, cresceranno anche l'offerta ed il numero di operatori.
  2. Ci sarà una forte convergenza tra i fornitori di infrastrutture ed i produttori di applicazioni/servizi, dando vita a reti di nuova generazione. La parallela crescita della complessità genererà la necessità di disporre di competenze sempre più specializzate, alle quali ricorrere "on demand", e di sviluppare nuovi modelli aperti per stratificarne la composizione, potendovi intervenire in modo puntuale.
  3. Si aprirà una nuova fase di consolidamento del mercato con numerose operazioni di Merge & Acquisition all'insegna di una sempre più accesa competizione tra i fornitori di sistemi Legacy e la nuova generazione di produttori, alcuni dei quali basano la propria offerta su mirate combinazioni di componenti Open Source.
  4. Crescerà l'importanza di affrontare e di disporre di soluzioni specifiche per mercati verticali, alle quali si potrà arrivare in seguito ad interazioni dirette tra i produttori ed i fruitori delle nuove tecnologie di unificazione tra reti voce/dati.

L'intero studio EMEA Unified Communications Market 2009–2014 Forecast and Analysis è disponibile sul sito IDC.com.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.