Menu

Disoccupato? Pre-pensionato? Ancora opportunità di impiego nel mondo Mainframe

Stando all'indagine appena pubblicata da Compuware, due terzi dei CIO sono preoccupati per la mancanza di nuove risorse in ambito Mainframe, con pericolose conseguenze per l'operatività delle loro stesse aziende.

Ormai da oltre un decennio, non c'è nuovo anno senza la classica previsione sull'imminente estinzione dei Mainframe, poi puntualmente smentita dai fatti. Al punto, che dal 2012 in poi hanno cominciato a susseguirsi le grida di allarme sulla mancanza di specialisti nell'area, che si affianca a quella - quasi incredibile a dirsi - di carenza di programmatori Cobol. Sì, letto bene: Cobol! 

L'ultima rilevazione in merito proviene da Compuware, che nel mondo Mainframe è nata e tuttora offre vari Tool di gestione, che ha pubblicato i risultati della ricerca condotta dalla Vanson Bourne, su 350 CIO di grandi aziende distribuite a livello mondiale in Australia, Benelux, Francia, Germania, Italia, Spagna, Giappone, UK e USA.

Mainframe-gli-specialisti.invecchianoL'indagine si è sviluppata su due filoni principali. Il primo inerente l’utilizzo dei Mainframe nell'ambito dei sistemi informativi aziendali, l'altro sulla consistenza e le prospettive della forza lavoro che vi è impegnata.. Dall'indagine è emerso che se da un lato il ruolo del Mainframe difficilmente viene messo in discussione, specie per l'esercizio di alcune applicazioni considerate critiche, dall'altro si sta manifestando una crescente carenza di competenze per la gestione dei Mainframe, provocata anche dal progressivo invecchiamento e futuro pensionamento dei tecnici del settore.

Uno scenario che preoccupa i CIO, per le potenziali conseguenze in termini di rischiose interruzioni dei servizi, ma ancor di più, per la necessità di dover continuare a supportare anche nel futuro, le attuali applicazioni in esercizio, continuando ad adeguarle alle nuove esigenze e ai rapidi cambiamenti del business. In parallelo, è stato anche rilevato un lieve aumento, rispetto all’ultima edizione di questa stessa indagine (2011), del numero di aziende che hanno disposto piani di crisi per affrontare le emergenze.

Cloud in espansione "frenata"

La ricerca ha evidenziato come le piattaforme tecnologiche, anche le più recenti, come quelle per il Cloud Computing, devono superare varie resistenze prima di inserirsi nei processi aziendali, mentre la maggioranza dei CIO (81%) ritiene che i Mainframe continueranno a costituire un fattore chiave di business asset anche per tutto il prossimo decennio.

Sebbene il Mainframe confermi la sua importanza, il 66% dei CIO teme che l’imminente ritiro di una parte consistenze dei lavoratori specializzati nelle sue tecnologie di gestione potranno avere serie conseguenze a livello aziendale, in quanto verranno meno le competenze necessarie a supportare le applicazioni ereditate dal passato.

Le preoccupazioni riguardanti la mancanza di nuove risorse in ambito Mainframe rimangono costanti, con in cima alla lista:

  1. aumento dei rischi legati alle applicazioni (61%);
  2. riduzione della produttività (61%);
  3. aumento dei ritardi nelle esecuzioni dei progetti (56%).

Nonostante ciò, si registrano piccoli progressi per attutire la transizione. Quasi la metà (40%) dei CIO non ha ancora elaborato un piano di crisi per far fronte ai rischi generati dalla mancanza di competenze in ambito Mainframe. La preparazione delle aziende è aumentata di poco rispetto ai livelli del 2011, quando il 46% dei CIO ammise di essere impreparato alla carenza di professionalità.

Le applicazioni Mainframe sono state aggiornate e potenziate più volte nel corso degli ultimi 30 anni, le modifiche hanno aumentato le complessità in fase di gestione”, ha dichiarato Kris Manery, Senior Vice President and General Manager, Mainframe Solution Business Unit, Compuware. “Mentre gli sviluppatori Mainframe più esperti hanno familiarità con questi sistemi, la nuova generazione di sviluppatori può aver bisogno anche di un paio di anni prima di cominciare. Nel momento in cui la maggioranza degli addetti mainframe si avvicina alla pensione, i manager devono decidere in fretta a chi affidare questo incarico e definire un piano concreto che faciliti la transizione. Ad esempio, modernizzando l’ambiente di sviluppo del mainframe e abilitando l’utilizzo di strumenti di sviluppo e controllo - in grado di eseguire un’analisi approfondita sul funzionamento di queste applicazioni, i manager hanno la possibilità di aiutare gli sviluppatori con meno esperienza a migliorare in fretta, riducendo i rischi di fallimenti legati all’applicazione”.

Carichi di lavoro sui Mainframe in crescita

In netta controtendenza rispetto ai luoghi comuni che vedono la progressiva dismissione dei Mainframe, stando ai dati delle analisi, la maggioranza dei CIO (89%) sostiene di aver aumentato sensibilmente i carichi di lavoro sulle loro macchine rispetto a cinque anni fa. E nonostante l'attenzione sulle prestazioni deI Mainframe sia sempre stata molto elevata, sempre stando ai dati rilevati, per il 91% dei CIO la pressione su questi aspetti è in ulteriore crescita in quanto il Mainframe è sempre più coinvolto nell’implementazione di applicazioni progettate per operare nel pieno rispetto di stringenti livelli di servizio.

A fronte delle crescenti aspettative, una recente ricerca di Compuware ha scoperto che il 55% dei CIO sostiene che i Team addetti allla gestione dei Mainframe faticano a tenere il ritmo dei continui cambiamenti del business. Uno scenario molto simile a quello registrato nel 2011 (56%), con l'aggravante dell'invecchiamento dei tecnici per i quali è sempre più difficile trovare sostituti.

L’aumento delle complessità nell’IT, la maggiore pressione sul mainframe e la possibile mancanza di competenze sono fattori che accrescono il rischio di fallimenti dell’IT”, ha proseguito Manery. “L’introduzione del mobile e del cloud, con l’esplosione di nuove applicazioni front-end, device e data service, costringono le applicazioni mainframe a un duro lavoro. Anche se rappresenta un passo fondamentale per il business, questo cambiamento porta con sé molte sfide per le aziende a cui occorrono le necessarie competenze per la gestione delle applicazioni mainframe in grado di soddisfare le nuove esigenze del clienti. Nel mondo di oggi, connesso 24/7, i manager devono possedere le conoscenze e gli strumenti necessari per offrire servizi innovativi e un sistema IT efficiente e aggiornato”.

In tale contesto, Compuware sta continuando a rilasciare soluzioni di ausilio alla gestione e per massimizzare il Developer Productivity, tramite il proprio Compuware Workbench per il quale occorrono tuttavia persone in grado di capire le architetture dei Mainframe in ottica moderna.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok