Menu

Creatività: in arrivo una rivoluzione che pone al centro dell’innovazione i valori umani

La ricerca Fjord Trends 2019 appena pubblicata da Accenture Interactive rileva gli elementi che stanno innescando una profonda revisione del design con i valori umani che divengono protagonisti dell'innovazione

Dopo due decenni di rapida - e spesso disordinata - innovazione e crescita tecnologica, siamo arrivati ad una situazione di vero e proprio “caos digitale” imponendo di rifocalizzare la propria attenzione su ciò che conta veramente. Stando all’analisi Fjord Trends, giunta alla sua dodicesima edizione e pubblicata in questi giorni da Accenture aggiornata al 2019, si sta infatti innescando un fenomeno di profonda revisione nell'etica del design che porta a ricollocare i valori umani al centro dell’innovazione.

Stando a questo studio, talvolta i consumatori si sentono sopraffati dall’eccessiva innovazione che anziché fornire loro valore e semplificazione della vita, gli ruba tempo e attenzione. Si stanno superando i limiti di assorbimento delle nuove tecnologie, facendo apprezzare elementi caduti in ombra nel passato quali il silenzio e l amanualità. Così, cominciano ad esser rifiutati prodotti e servizi che non forniscono valore tangibile, facilmente riscontrabile, mutando la natura dei rapporti con le nuove tecnologie e i marchi che le promuovono.

Ashley BenignoAshley Benigno, responsabile di Fjord in Italia, nel presentare lo studio ha commentato: «È il momento delle pulizie di primavera anche in ambito digitale, il momento in cui si decide se qualcosa ha ancora un valore e quanto è rilevante nelle nostre vite. Il digitale è ora così largamente adottato che non è più una novità. Nel tentativo di mettere ordine, le persone sono diventate ancora più selettive su prodotti e servizi, scegliendo di eliminare quelli che non offrono reciprocità, benefici ritenuti equi. Mai prima d’ora la responsabilità del design è stata così importante».

Un cambiamento di mentalità che ha importanti implicazioni creando enormi opportunità per le aziende e per la customer experience. Si tratta infatti di ripensare prodotti, servizi ed esperienze sulla base di ciò che le persone effettivamente desiderano e apprezzano.

Ad emergere nel 2019 saranno le aziende in grado di offrire valore non solo ai singoli individui ma anche alla collettività”, è l'opinion di Alessandro Diana, Managing Director, responsabile di Accenture Interactive. “Nel prossimo futuro le organizzazioni dovranno porre una sempre maggiore attenzione alla loro capacità di essere in sintonia con i clienti e lasciare un segno nella vita delle persone. Ci sarà un cambio di prospettiva importante sotto molti aspetti del quotidiano, una visione del futuro che i Fjord Trends di quest’anno ci permettono di scoprire in anteprima”.

Le principali tendenze da considerare in base allo studio Fjord Trends 2019

  1. Il silenzio è d’oro. Sentirsi sopraffatti è diventata una questione di salute mentale. Attraverso un design “consapevole”, le aziende devono trovare nuovi modi per farsi sentire dalle persone che cercano tranquillità in un mondo rumoroso.
  2. L’ultima spiaggia. Stop alle chiacchiere: i clienti desiderano prodotti progettati in modo che risultino sostenibili sin dall’inizio, altrimenti li scartano.
  3. Puntare sull'essenzialità dei dati. Alla base del successo dei prodotti Apple ci sono il minimalismo e l'essenzialità impressi dal compianto Steve Jobs. Si stratta di trarne gli insegnamenti e di traslarli sulle nuove generazioni di prodotti e servizi, anche sul piano della presentazione e dell'uso dei dati, con la trasparenza come valore primario.
  4. Anticipare il futuro. Dai monopattini elettrici ai droni, la nuova mobilità urbana ha reso le città - e non solo - nuove terre di conquista. C’è bisogno di mettere ordine e iniziare a creare piattaforme, ecosistemi unificati in grado di soddisfare i bisogni dei cittadini in tempo reale.
  5. Il paradosso dell’inclusività. Il 2018 è stato occasione per ascoltare una molteplicità di voci, ma come si progetta per tutti senza inavvertitamente escludere qualcuno? Bisogna smettere di pensare alle persone come insieme indistinto e cominciare a segmentarle sempre più accuratamente per fornire loro risposte personalizzate.
  6. L'odissea nel nuovo spazio. Nella nuova combinazione integrata tra spazi reali, spazi virtuali e realtà aumentata, le aree di lavoro così come quelle di vendita hanno bisogno di un profondo restyling adeguandosi alla trasformazione digitale. Un approccio che deve partire da nuovi criteri e strumenti di progettazione.
  7. Realtà sintetizzate. Oggi, qualsiasi oggetto reale può essere creato su misura, ma anche riprodotto artificialmente. Le nuove tecnologie per modificare i volti, alterare e simulare le voci sono in grado di dare nuova veste persino agli esseri umani. Le aziende devono così capire come capitalizzare questo genere di innovazioni, fornendo nuovi prodotti e servizi, ma gestendo anche i rischi connessi al connubio reale/virtuale.

Il rapporto Fjord Trends 2019 è frutto delle esperienze degli oltre 1000 progettisti e sviluppatori di Fjord presenti in centri di progettazioni distribuiti in vari paesi del mondo. Il rapporto completo è consultabile all'indirizzo trends.fjordnet.com.

Ultima modifica ilGiovedì, 14 Febbraio 2019 12:50

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok