Menu

Dicembre 2010 

 

SOA, Virtualizzazione, Cloud Computing: Architetture, Piattaforme, Tool, Appliance per la Governance e la realizzazione di Servizi d'Impresa 

 

Focus On: dai Servizi di Integrazione, all’Outsourcing, dal Software as a Service (SaaS) alle Platform as a Service (PaaS): i nuovi modelli di acquisto e fruizione dei Servizi IT 

 

Mentre prende corpo e si evolve nelle nuove forme 2.0 e 3.0, la rivoluzione SOA sta mostrandosi in tutta la sua importanza, divenendo la base per la fruizione e l’erogazione dei servizi IT in nuove forme, migliorando la qualità dei servizi erogati agli utenti, l’allineamento degli investimenti in IT alle strategie delle imprese, la flessibilità dei sistemi e, soprattutto, riducendone drasticamente i costi di integrazione, sviluppo ed esercizio.

La ricetta SOA + Virtualizzazione diviene così la premessa per soluzioni capaci di semplificare decisamente le infrastrutture dei sistemi d’impresa, aprendole verso il Computing On Demand ed il Cloud Computing.

La virtualizzazione può esser così fatta non solo a livello di componenti, ma anche di applicazioni, servizi, modelli di fornitura. Affinché ciò sia reso possibile occorre tuttavia rivedere l’intera infrastruttura IT, il modo di concepirla, i Framework tecnologici di riferimento, gli standard, gli strumenti di sviluppo, partendo dalla Governance per intervenire su aspetti quali:

·         Le priorità definite in base alle esigenze –espresse o anticipate- degli utenti;

·         Le architetture, con i Web Services che diventano il cardine dell’integrazione e del riuso di componenti software e servizi esistenti, con la trasformazione in tal senso anche delle applicazioni Legacy;

·         L’outsourcing di servizi e processi che assumono nuova forma e valore, specie se fruibili direttamente via Internet, complementati dai servizi di System Integration che assumono un ruolo cruciale per le imprese.

Per il compimento di questo disegno, occorre acquisire dimestichezza con gli standard di più alto livello, acquisire dimestichezza con i Framework tipo J2EE o Microsoft .Net, ma anche con le piattaforme di nuova generazione quali quelle proposte da Yahoo, Amazon, Google o Microsoft Azure. Cambiano così gli strumenti di sviluppo, le modalità di gestione dei portafogli applicativi, i servizi. Fattori che assumono valori strategici molto più rilevanti che nel passato, da selezionare seguendo vari criteri: l’impatto su servizi, applicazioni e competenze esistenti, che vanno comunque preservate, la necessità di fornire continuità ai servizi erogati, i bisogni di scalabilità e affidabilità delle soluzioni… Il tutto, condito dalla filosofia che porta a stabilire se sia meglio privilegiare la scelta di ricorrere ad un unico fornitore, o optare per adottare le migliori tecnologie disponibili per ciascuna area specifica.

Sono questi i temi che verranno affrontati da Toolnews in quello che è ormai considerabile un vero e proprio Must per tutti i CIO e gli Architetti dei sistemi informativi d’Impresa. In particolare, si tratterà di:

1.     Architetture SOA e Cloud Computing: modelli, strati Software, standard e componenti;

2.     I Framework per lo sviluppo, il rilascio e l’esecuzione dei componenti e dei servizi erogati da Server;

3.     Le Nuove Piattaforme di sviluppo integrate (SODA) per ambienti eterogenei di livello Enterprise;

4.     Componenti e Tool per la Virtualizzazione delle infrastrutture IT dell’Impresa.

Strettamente connesso a questi temi, il Focus del numero presenterà:

  • Le nuove forme di Outsourcing, dagli ASP (Application Services Provider), agli xSP, al BPO (Business Process Outsourcing), con le indicazioni sui tipi di contratto ed i criteri di valutazione;
  • Dalla fornitura di progetti, alle logiche del Software as a Service e delle Plaftorm as a Service;
  • Le forme di virtualizzazione di componenti e servizi, nell’ambito del Cloud Computing.

Concomitanze: il numero lancerà la XVI edizione della ConfEXPO SofTECH (23 marzo 2011), focalizzata sui temi trattati da Toolnews nei numeri di Dicembre, Gennaio, Febbraio e Marzo 2011.

 

SOA, Virtualizzazione, Cloud Computing: Architetture, Piattaforme, Tool, Appliance per la Governance e la realizzazione di Servizi d’Impresa

 

Focus On: dai Servizi di Integrazione, all’Outsourcing, dal Software as a Service (SaaS) alle Platform as a Service (PaaS): i nuovi modelli di acquisto e fruizione dei Servizi IT

 

Mentre prende corpo e si evolve nelle nuove forme 2.0 e 3.0, la rivoluzione SOA sta mostrandosi in tutta la sua importanza, divenendo la base per la fruizione e l’erogazione dei servizi IT in nuove forme, migliorando la qualità dei servizi erogati agli utenti, l’allineamento degli investimenti in IT alle strategie delle imprese, la flessibilità dei sistemi e, soprattutto, riducendone drasticamente i costi di integrazione, sviluppo ed esercizio.

La ricetta SOA + Virtualizzazione diviene così la premessa per soluzioni capaci di semplificare decisamente le infrastrutture dei sistemi d’impresa, aprendole verso il Computing On Demand ed il Cloud Computing.

La virtualizzazione può esser così fatta non solo a livello di componenti, ma anche di applicazioni, servizi, modelli di fornitura. Affinché ciò sia reso possibile occorre tuttavia rivedere l’intera infrastruttura IT, il modo di concepirla, i Framework tecnologici di riferimento, gli standard, gli strumenti di sviluppo, partendo dalla Governance per intervenire su aspetti quali:

·         Le priorità definite in base alle esigenze –espresse o anticipate- degli utenti;

·         Le architetture, con i Web Services che diventano il cardine dell’integrazione e del riuso di componenti software e servizi esistenti, con la trasformazione in tal senso anche delle applicazioni Legacy;

·         L’outsourcing di servizi e processi che assumono nuova forma e valore, specie se fruibili direttamente via Internet, complementati dai servizi di System Integration che assumono un ruolo cruciale per le imprese.

Per il compimento di questo disegno, occorre acquisire dimestichezza con gli standard di più alto livello, acquisire dimestichezza con i Framework tipo J2EE o Microsoft .Net, ma anche con le piattaforme di nuova generazione quali quelle proposte da Yahoo, Amazon, Google o Microsoft Azure. Cambiano così gli strumenti di sviluppo, le modalità di gestione dei portafogli applicativi, i servizi. Fattori che assumono valori strategici molto più rilevanti che nel passato, da selezionare seguendo vari criteri: l’impatto su servizi, applicazioni e competenze esistenti, che vanno comunque preservate, la necessità di fornire continuità ai servizi erogati, i bisogni di scalabilità e affidabilità delle soluzioni… Il tutto, condito dalla filosofia che porta a stabilire se sia meglio privilegiare la scelta di ricorrere ad un unico fornitore, o optare per adottare le migliori tecnologie disponibili per ciascuna area specifica.

Sono questi i temi che verranno affrontati da Toolnews in quello che è ormai considerabile un vero e proprio Must per tutti i CIO e gli Architetti dei sistemi informativi d’Impresa. In particolare, si tratterà di:

1.     Architetture SOA e Cloud Computing: modelli, strati Software, standard e componenti;

2.     I Framework per lo sviluppo, il rilascio e l’esecuzione dei componenti e dei servizi erogati da Server;

3.     Le Nuove Piattaforme di sviluppo integrate (SODA) per ambienti eterogenei di livello Enterprise;

4.     Componenti e Tool per la Virtualizzazione delle infrastrutture IT dell’Impresa.

Strettamente connesso a questi temi, il Focus del numero presenterà:

  • Le nuove forme di Outsourcing, dagli ASP (Application Services Provider), agli xSP, al BPO (Business Process Outsourcing), con le indicazioni sui tipi di contratto ed i criteri di valutazione;
  • Dalla fornitura di progetti, alle logiche del Software as a Service e delle Plaftorm as a Service;
  • Le forme di virtualizzazione di componenti e servizi, nell’ambito del Cloud Computing.

 

Concomitanze: il numero lancerà la XVI edizione della ConfEXPO SofTECH (23 marzo 2011), focalizzata sui temi trattati da Toolnews nei numeri di Dicembre, Gennaio, Febbraio e Marzo 2011.

Torna in alto