Menu

L'Unione Civile tra Econocom e Bizmatica comincia a dare i propri frutti...

A 4 mesi dall'acquisizione, una grande kermess celebra la felice unione che coniuga le capacità di affrontare le problematiche dell'informatica tradizionale con quelle per battere le strade più innovative della digitalizzazione. Con un Enrico Tantussi, CEO di Econocom, in gran forma, a braccetto dell'intramontabile Andrea Piol, CEO di Bizmatica, sulle note di "The Show Must Go On", inno rock dei mitici Queen!

In realtà, dovrei parlare del primo incontro aziendale che segue l'acquisizione di Bizmatica da parte di Econocom perfezionatasi nel giugno scorso, ma nei fatti è sembrata più la celebrazione di una felice unione civile, visto che non si tratta di matrimonio né di fusione, tra due realtà della vecchia e nuova informatica, che una volta insieme si sono accorte di poter convivere in armonia, generando sinergie impensabili e raccogliendone sin da subito i primi frutti in termini di clienti e nuovi progetti.

Ma andiamo con ordine. Bizmatica nasce nel 2000 come acceleratore tecnologico destinato a sviluppare nuove aziende legate a Internet, grazie ad un finanziamento dei fondi gestiti da Elserino Piol. In breve si trasforma quindi in System Integrator specializzato in alcune aree dell'informatica all'epoca considerate emergenti: Web, Customer Management, Operational Efficiency, e-Business e ne prende le redini Andrea Piol, figlio di Elserino, che dopo alcune esperienze in grandi multinazionali dell'IT decide di guidare in prima persona la società che vuol fare della rete il perno sul quale costruire nuovi modelli operativi e di Business.

Da parte sua, Econocom nasce in Belgio nel 1982 per iniziativa di Jean-Louis Bouchard, attuale chairman dell'azienda, guardando sin dall'inizio al mercato europeo con la quotazione alla Borsa di Bruxelles. Crescendo in modo organico e per acquisizioni, nel 1999 l'azienda supera il traguardo dei mille dipendenti e rafforza il proprio piano di espansione per acquisizioni conquistando via via PLI, specialista in infrastrutture informatiche, Comdisco-Promodata e Tasq in Francia, SX Consulting in Belgio, Synopse, azienda di consulenza e integrazione, Signal Services, CHanSE, Connected Services, JCA, A2Z puntando a concentrare la propria presenza in cinque Paesi europee: Belgio, Francia, Italia, Paesi Bassi e Spagna.

Il processo di acquisizioni continua quindi con la divisione Business di Phone House France, Alliance Support Services, Kentron e l'italiana Tecnolease alle quali ne seguono numerose altre. Ma al di là del continuo processo di acquisizioni, che ha portato oggi la società ad avere oltre 8.000 dipendenti, circa 2 miliardi di euro di fatturato e tassi di crescita - organica e non - a due cifre, la strategia che ne sta decretando il successo è riassumibile nello slogan «Digital for all, Now!»

Così, la gran parte degli investimenti sono orientati a creare nuove soluzioni e progetti che vedono alla loro base un uso pervasivo e innovativo delle nuove tecnologie digitali. Come nel caso del progetto realizzato per OVS che trasforma l'esperienza di scelta dell'abbigliamento da parte dei bambini in un gioco musicale interattivo e multimediale.

Un'Unione più che un'Acquisizione

Puntando sul concetto che è l'unione a fare la forza, specie in un'era nella quale la specializzazione e la complessita la fanno da padrone, richiedendo la contina collaborazione tra diverse competenze accomunate da obiettivi condivisi, Enrico Tantussi, Country Manager di Econocom Italia, ha inteso sottolineare l'importanza di creare preziose sinergie con la neo-acquisita Bizmatica, chiamando sul palco accando a sé lo stesso Andrea Piol che l'ha diretta praticamente dalle origini e anche nel processo di fusione? integrazione? acquisizione? Meglio dire di Unione delle due entità che veleggia felice verso i 300 milioni di fatturato in Italia!

Enrico Tantussi e la nuova struttura di EconocomUna Unione sulla quale Tantussi crede fino in fondo e sulla quale sta riorganizzando la nuova struttura: al di là delle tradizionali Direzioni Operative, ha infatti creato una Direzione Strategica nella quale ha fatto confluire alcune attività critiche per il successo delle Imprese 2.0 sul mercato. Su qualsiasi mercato:

  1. Il Marketing
  2. La Scelta e la Formazione dei "Talenti"
  3. L'individuazione e lo Studio di Nuovi Modelli di Business
  4. La Ricerca Tecnologica e di Nuove Soluzioni per Servizi Innovativi.

Una premessa per gettare le basi per nuove acquisizioni da completarsi già nel corso del 2016. E a sottolineare i piani, la musica Rock dei MotelNoir che hanno alternato la loro musica nuova, presentando alcuni pezzi del loro album in uscita, ai classici dei Queen e dei Led Zeppelin. In sostanza, una unione tra passato di qualità e futuro di innovazione, nel puro spirito di Econocom!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto