Menu

Mercato PC 2015: -5,2% su base mondiale. Sale Lenovo, HP se la cava, perdono terreno Dell e Acer, specie in Europa.

Per Gartner, esaurita la spinta alle vendite impressa dal termine per il supporto di Widnows XP, nel primo trimestre 2015 il mercato dei PC subisce una forte battuta d'arresto. A pagarne le spese in Europa soprattutto Dell -7,8% e Acer -16,2%

Per Gartner, il primo trimestre del 2015 ha riportato aria di crisi nel mercato dei Personal Computer con un calo del 5,2% a livello mondiale, del 4,4% in Europa, per un totale di 71.7 milioni di unità vendute. Tra i marchi più affermati, a pagarne le spese sono state principalmente Dell e Acer che su scala mondiale hanno fatto registrare un calo rispettivamente del 5.1% e del -6.8%, diventuti in Europa pari al -7.8 e -16.2%, equivalenti ad un pesante calo nelle quote di mercato.

Nello stesso tempo, HP si è difesa tanto su scala mondiale (+2,5%) quanto a livello europeo (+2,3%), mentre nonostante l'incidente Superfish, Lenovo brilla con un un bel +7,7% nel totale mondo ed un ancor più lusinghiero +24.0%in Europa. Sempre meno spazio, infine per i PC al di fuori dei marchi di maggior prestigio, a causa anche della progressiva compressione dei prezzi che ha segnato l'intero settore.

PC-2015-Gartner

Nel commentare i dati, Mikako Kitagawa, principal analyst at Gartner, ha sottolineato che "L'accelerazione del mercato avutasi nel 2014 in seguito alle sostituzioni di macchine effettuate da molte aziende in seguito alla forzatura data dal termine del supporto da parte di Microsoft di Windows XP, si è esaurita già con l'inizio del 2015. Questo non va tuttavia interpretato come un segnale di crisi di lungo periodo per il mercato dei PC. Si tratta invece di una stabilizzazione del mercato che rimarrà più o meno su questi livelli per i prossimi cinque anni."

Una considerazione che rende ancor più importante valutare l'andamento delle quote di mercato tra i vari competitor, in quando in un mercato stabilizzato, o peggio ancora in sia pur lieve regressione, la competitività si gioca proprio sul conquistare posizioni rispetto ai concorrenti, avendo così più margini e risorse per fare innovazione.

"La sostituzione dei PC sarà sempre più guidata dall'adozione di Notebook più sottili e leggeri, dotati anche di funzionalità Tablet." - ha continuato Mikako Kitwgawa - "Le nostre analisi hanno infatti rilevato che i Notebook ibridi sono destinati a prevalere, specialmente nella progressiva maturazione dei mercati."

In questo scenario, Lenovo ed HP sono state le uniche due case a guadagnare quote di mercato, con la prima delle due in grande crescita specie in Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA), grazie alla sua linea di Notebook ibridi Yoga. Per contro, dopo una lunga serie di risultati positivi, Dell ha fatto segnare una significativa battuta d'arresto, tanto a livello mondiale quanto in Europa.

PC-2015-Europa-Gartner

Guardando all'Europa, Isabelle Durand, principal research analyst at Gartner, ha evidenziato come i singoli Paesi hanno avuto andamenti diversi, spesso tra loro contrastanti. Ad esempio, a fronte del calo registrato in Germania nel 2015, rispetto allo stesso trimestre del 2014, si è avuta una crescita per Spagna, Italia e Francia. In particolare, con una crescita del 24%, Lenovo sta cominciando ad insidiare il primato di HP, avendo venduto rispettivamente 4,597 e 4,274 milioni di macchine, oltre il doppio di Dell, ormai lontana con i suoi 2,135 pezzi venduti, equivalenti a quelli di Acer (2.060.190) e ASUS (2.050.000), tutte e tre in lotta per il terzo posto.

Per ulteriori dettagli, visitare direttamente il sito di Gartner: www.gartner.com

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto