Menu

Dell / EMC: 1 a 1, Mercato al Centro!

Ieri, a Milano, due eventi organizzati dalle società presto destinate a fondersi tra loro: circa 1.300 iscritti con più o meno 700 presenti per ciascuno e due impostazioni radicalmente diverse tra loro. Da un lato - Dell - prodotti, soluzioni, demo per il presente. Dall'altro - EMC - emozioni, sensazioni, immagini tutte proiettate nel prossimo futuro!

Interessante il confronto a (poca) distanza che si è svolto tra i due colossi dell'IT che il 12 ottobre scorso si sono resi protagonisti della più grande acquisizione della storia informatica: per la bellezza di 67 miliardi di dollari, circa l'equivalente di due manovre finanziare del Governo Italiano, Dell ha annunciato l'intenzione di assorbire EMC, integrandone prodotti e servizi. Operazione che è stata approvata dai consigli di amministrazione delle due mega-aziende, ma che al momento è congelata in attesa di eventuali rilanci e delle autorizzazioni di varie organizzazioni a tutela della concorrenza sui mercati.

In attesa che l'acquisizione si materializzi - cosa che salvo imprevisti dovrebbe concretizzarsi entro il prossimo giugno 2016 - le due imprese marciano spedite sul mercato, consapevoli del futuro che le attende, ma concentrate sui risultati che debbono conseguire in base ai rispettivi piani aziendali. Così, assolutamente per caso, si sono ritrovate ad organizzare un evento a Milano nella stessa giornata, dando vita ad un confronto di impostazione molto interessante. Confronto che, almeno sul piano dei numeri, ha sancito di fatto un pareggio: circa 1.300 iscritti per ciascuna manifestazione, con più o meno 700 presenze effettive da parte di clienti, operatori del canale e consulenti che ruotano attorno alle rispettive organizzazioni.

Domanda spontanea: quanti di questi avranno approfittato della concomitanza di date per recarsi ed entrambi gli eventi? Al momento non è dato da sapere, ma certo appare naturale che chi operi con una delle due aziende sia andato a curiosare anche nell'altro campo. Così come ho fatto io stesso, con estrema curiosità e interesse.

Tra l'evento Dell e quello EMC, differenze di impostazione estreme

Molto interessante osservare il contrasto di impostazione tra i due eventi.

Dell, al Palazzo del Ghiaccio di Milano, ha costruito dei percorsi dimostrativi e didattici, affiancati da numerose postazioni demo e aree conferenze, puntando ad esibire un'offerta che alla sua base pone la Sicruezza, il Cloud Computing, i Big Data. Molta concretezza sull'oggi, con informazioni e istruzioni sul fare.

All'estremo opposto, l'evento di EMC a cominciare dal titolo "Disruptive Innovation", per proseguire con la scelta della sede - l'Hangar della Bicocca, un locale post-moderno nell'impostazione e negli arredi - e il taglio da "unconference", una Non Conferenza così come definiscono i geek gli incontri nei quali il contenuto è influenzato e creato dai partecipanti direttamente nel corso dell'evento. Pochi cenni all'offerta dell'azienda - concentrati esclusivamente nelle brevi sessioni parallele - e forti emozioni scaturite dalle testimonianza di chi innovando ha già raccolto grandi successi, indipendentemente dall'età e da luogo di provenienza - con indicazioni su come provare ad emularne i percorsi. Per nulla strutturati, ma caratterizzati da immaginazione, competenze, voglia di futuro e di cambiare - in meglio - la realtà che si vive.

EMC Unconference 2015

Indubbiamente, un bel contrasto tra due eventi ben organizzati e molto curati, che fa riflettere anche nella prospettiva della ristrutturazione delle due imprese in una sola: dal momento che si tratta di un'acquisizione, il Management di Dell avrà priorità in numerosi ambiti, ma anche in EMC ci sono preziose professionalità e competenze, per cui sarà interessante osservare come si assesteranno i nuovi equilibri manageriali.

Per Dell, tassi di crescita a due cifre e nuove opportunità, ma l'hardware resterà centrale

Il sorriso stampato sui volti dell'intera prima linea di Dell Italia schierata ad accogliere il pubblico è la prova provata che le cose stanno andando bene sul piano delle vendite, con risultati importanti soprattutto sul fronte dei Server e del canale. Due settori relativamente nuovi per l'azienda fondata da Michael Dell con l'obiettivo di fornire Laptop e PC direttamente ai clienti. La chiave del successo di tutti i primi anni di storia dell'azienda.

Nel tempo, l'offerta si è arricchita di prodotti e di alcuni servizi ad essi strettamente connessi, ma stando alle parole di Flilippo Ligresti, capo della filiale italiana di Dell, l'hardware continua ad occupare circa l'85% del fatturato - più o meno in Italia come nel resto nel mondo - e anche nel futuro non si prevede che le cose cambieranno radicalmente. Questo nonostante il portafoglio di prodotti software che, in seguito a numerose acquisizioni, si è arricchito di nuove componenti, mentre altre arriveranno in seguito all'acquisizione dei EMC.

I Laptop? Sempre in auge e nuove opportunità dall'entrata di Microsoft sul mercato

Mentre da molte parti si prevede che i Laptop - ovvero i tradizionali PC portatili - sono destinati ad essere progressivamente sostituiti dalle nuove generazioni di macchine ibride - che combinano le funzionalità di PC con quelle di Tablet, grazie a schermi staccabili o ribaltabili - i numeri attuali indicano che il gap esistente tra i due segmenti è di dimensioni tali da non mutare ancora per lungo tempo gli equilibri sul mercato.

I Tablet hanno rallentato la loro crescita, mentre nelle imprese prevale ancora l'orientamento verso le macchine tradizionali, per cui Dell non si sente minacciata in modo significativo su questo fronte, che per altro sta cercando di cavalcare con le sue nuove linee di PC ibridi.

E l'alleanza con Microsoft? Più forte che mai!

Mentre il convegno di Dell era sottotitolato Windows 10, la Microsoft presentava in un'altra sede i nuovi Surface 4 - il tablet con tastiera esterna - e Surface Book, in tutto e per tutto un Laptop con lo schermo staccabile. Una minaccia per Dell?

No, assolutamente: "Lo venderemo anche noi - è la risposta del Management di Dell - attraverso i nostri canali commerciali, ma soprattutto vi forniremo i servizi di assistenza che tanto hanno contribuito al nostro successo sul mercato".

Un mercato, quello dell'informatica, in costante sobbuglio tra alleanze, fusioni, competizione, collaborazioni, messo ancor più sotto tensione dalla riduzione dei margini e dall'emergere del Cloud Computing come scelta preferenziale di molte imprese e opportunità di aprirne i servizi a nuovi settori per i quali le soluzioni informatiche più avanzate erano precluse per le elevate necessità di investimento iniziale. Un'opportunità che viene colta costantemente dalle imprese di nuova generazione, indiscusse protagoniste della "Non Conferenza" di EMC!

Ultima modifica ilMercoledì, 25 Novembre 2015 10:53

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto