Menu

APPs in direzione B2B: la Nuova Frontiera sulla quale investire? Cambiano anche i Paradigmi: lo sviluppo per API!

IL B2B per le APPs rappresenta un territorio ancora in gran parte inesplorato, nel quale lo sviluppo assume nuovi contorni, ponendo al suo centro la gestione delle API (Application Programming Interface).

George de Boer, International Alliance Manager, TomTom Telematics

de Boer GeorgeNon importa cosa tu stia cercando, come si suol dire, “Oggi c’è sempre una APP per tutto!” 

Il Mondo è stato inondato da una ampissima varietà di applicazioni progettate per una moltitudine di utilizzi differenti, a partire dal noto videogame Candy Crush, per arrivare ad APPs che permettono di schiacciare brufoli virtuali.

Dato il volume enorme di questo mercato, il segmento Consumer è avviato verso una rapida saturazione, sebbene ogni giorno vi arrivino novità. Un'opportinità di Business da non sottovalutare, ma i cui contorni sono da definire bene: stando ad una recente ricerca, almeno la metà degli sviluppatori guadagna dalle loro app meno di 500$ al mese. Troppo poco per molti, abbastanza o addirittura tanto per altri... 

Ben più ricca si profila all'orizzonte la nuova frontiera delle APPs per il mercato B2B, un'area ancora relativamente poco affollata, nella quale gli analisti e programmatori possono crearsi spazi ancora tutti da esplorare, ma nel quale occorre riconsiderare le tradizionali pratice di sviluppo. La chiave di volta sta infatti nella capacità di individuare e sfruttare nuove nicchie, per costruirvi servizi il cui vero valore aggiunto deriva dall'integrazione di dati provenienti da varie fonti, arricchendoli di nuovi significati e funzionalità.

La centralità delle API

Di API si parla ormai da innumerevoli anni, a partire dall'emergere delle prime esigenze di integrazione tra dati e applicazioni di origine e impiego diversi. Ma cosa sono esattamente le API?

La Application Programming Interface (API) sono l'insieme di procedure, protocolli e strumenti create per semplificare l'integrazione tra componenti software eterogenee, così da derivarvi altre applicazioni software che forniscono nuovi servizi agli utenti, sfruttando la capacita di far dialogare e far condividere i dati tra diversi programmi.

Amazon è riconosciuto come uno dei primi innovatori che ha dato il via alla corrente evoluzione aprendo il suo Store API. Questo ha rivoluzione il mercato dello sviluppo software, consentendo anche a piccolissime organizzazioni di creare e offrire componenti specializzate, facilmente integrabili in applicazioni più complesse e commercializzabili attraverso il sito di e-Commerce della stessa Amazon.

Nello stesso modo, il cambiamento della percezione delle API sta rivoluzionando l’utilizzo dei software nella vita quotidiana di ogni persona, in particolare modo con l’introduzione del Cloud, trasformando internet da un network di distinte e singole pagine, ad un ecosistema di applicazioni interconnesse che dialogano via open API.

Dall'IoT alle API la spinta a riconsiderare l'intero Mondo del Lavoro

Quali sono gli impatti di questo nuovo modo di approcciare la progettazione e lo sviluppo delle nuove componenti software? Prendiamo spunto dall’Internet delle Cose (IoT - Internet of Things) che sempre di più viene utilizzato per automatizzare un crescente numero di operazion quotidiane, assicurando livelli di efficienza e di intelligenza difficilmente immaginabili anche nel recente passato. Per non dire del presente...

Per fare un esempio relativo al mondo del Fleet Management e dell’industria telematica, la piattaforma WEBFLEET di TomTom Telematics, attraverso un’integrazione, permette ai chi guida per motivi di lavoro di completare le attività quotidiane direttamente da un’APP, attraverso un dispositivo personalizzabile Tablet-style.

Il controllo dei veicoli può essere effettuato attraverso il dispositivo, comunicando in tempo reale i risultati al Back office.

I flussi di lavoro quotidiani sono caricati sul dispositivo e vengono fornite le indicazioni di navigazione per ogni lavoro.

Attraverso testi automatici possono essere inviati Alert ai clienti in merito alla conferma di consegna, ottenuta con l’utilizzo della cattura della firma digitale o la scansione attraverso dispositivi con fotocamera integrata o chip NFC.

Una volta che i lavori sono completati, lo stato viene aggiornato nel sistema di back-end, insieme alle registrazioni del chilometraggio quotidiano e all’orario di lavoro, eliminando le necessità di laboriosi aggiornamenti di registri.

Tutto questo è possibile attraverso la potenza delle API, offrendo agli sviluppatori la possibilità di creare soluzioni aggiuntive che migliorino ulteriormente le funzionalità di tecnologie esistenti.

La potenza della piattaforma

L'evoluzione delle tecnologie comporta anche un forte cambiamento nei processi e nei modelli di Business. Ad esempio, aziende quali Mendix, Salesforce e, più recentemente la stessa TomTom Telematics stanno trasformandosi da semplici fornitori di tecnologie ad aziende erogatrici di servizi PaaS (Platform as a Service), creandovi attorno nuovi ecosistemi di partner e sviluppatori. Queste aziende, oltre a fornire l’infrastruttura tecnologica di base, permettono agli sviluppatori di applicare le loro specifiche competenze per aggiungere ulteriori livelli di funzionalità.

Le piattaforme tecnologiche possono quindi essere personalizzate in modo tale da essere in grado di soddisfare una moltitudine di obiettivi e offrire specifiche soluzioni per una grande varietà di mercati.

Nel segmento delle flotte, il cambiamento è già avvenuto. Per esempio, le API di WEBFLEET permettono ad altre applicazioni software di accedere ad informazioni accurate in tempo reale sul traffico, dati storici sulla durata del percorso e tempi stimati di percorrenza aggiornati per ogni tragitto.

Accedere a questi dati permette alle aziende di trasporti di beneficiare di pianificazioni e schedulazioni dinamiche, mentre per chi si occupa di consegne ai privati di comunicare al meglio gli orari di consegna ai clienti.

Nel caso del trasporto pesante, la pianificazione è ulteriormente rafforzata dalle informazioni relative ai tempi di guida, che mantiene il management aggiornato sul rispetto delle normative Europee relative all’utilizzo del tachigrafo e agli orari di guida.

Le APP B2B aprono quindi la via ad illimitate possibilità di ottimizzazione del lavoro e per il momento costituiscono ancora un mercato in gran parte non sfruttato.

Una ricerca condotta da VisionMobile lo scorso anno, ha individuato che solo circa il 16% degli sviluppatori di applicazioni sono focalizzati sul mondo business, quindi grandi opportunità sono dietro la porta per chi entrerà ora sul mercato.

Ultima modifica ilMartedì, 26 Maggio 2015 09:26

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto