Menu

Tutti belli in fotografia con il nuovo Portrait Professional, ma bisogna avere gusto!

Tutti belli in fotografia con il nuovo Portrait Professional, ma bisogna avere gusto!

La nuova versione del noto software per la manipolazione dei ritratti offre innumerevoli possibilità a portata di Click, ma il gusto ce lo deve mettere l'artista...

Qualche giorno fa ci è arrivata in redazione la nuova versione 11 dello strumento di manipolazione dei ritratti Portrait Professional prodotto dalla società inglese Anthropics Technology, ma già disponibile anche in italiano. Incuriositi, lo abbiamo installato e provato lavorando su alcuni ritratti, con risultati davvero sorprendenti. Considerandone poi le caratteristiche delle 3 versioni (Professional, Professional Studio e Professional Studio 64, che si indirizzano rispettivamente agli appassionati, ai fotografi professionisti e a chi usa macchine a 64 bit) ed i prezzi di vendita che vanno dai 59,90 € della versione base, ai 99,90 € di quella Studio, per arrivare ai 159.90 € della versione 64 - prezzi attualmente ridotti del 50% come promozione7lancio - c'è da dire che si tratta di strumenti davvero utili anche solo per migliorare le proprie fotografie da pubblicare sui siti Web, sui Social Network e, perché no?, negli annunci di Dating...

In particolare, poi, le differenze tra la versione base e quella Studio riguardano unicamente la disponibilità del Plug-in per connettere direttamente il Tool a Photoshop ed il supporto di File RAW, utilizzato solo dalle macchine fotografiche a più alta definizione, per cui la già versione base può esser utilizzata da tutti con grande soddisfazione.

Facile, ma non Facile

Diciamo subito che iniziare ad usare Portrait Professional 11 risulta estremamente facile ed intuitivo. Installarlo è una questione di minuti: inserito il codice della licenza nel campo della pagina di Download - ma è possibile anche scaricare la versione di prova del programma, prima di acquistarlo - in breve tempo vengono scaricati i 70 mega del programma (disponibile sia per Windows che per Mac) e quindi parte l'installazione automatica. Le istruzioni sono anche in italiano, per cui è proprio difficile trovare dei problemi.

Una volta avviato il programma e caricatavi la prima immagine, si è subito pronti a lavorarvi, ma qui cominciano a sorgere le prime difficoltà. Le prime rapidamente superabili, le seconde molto più difficili da affrontare.

Portrait-Professional-Studio-11-01Tra le prime difficoltà, infatti, si tratta di capire la logica del programma, che è di uso molto intuitivo e corredato di spiegazioni in corrispondenza di ogni funzione/comando.

In poche parole, il software è in grado di tratteggiare autonomamente tutti i tratti di un volto, a partire dal contorno generale, per poi passare a tutti i suoi elementi di dettaglio tipo la forma degli occhi e delle sopracciglia, il naso, i contorni delle labbra. Cosa che viene fatta in modo sorprendente e con estrema accuratezza direttamente dal software, sebbene in alcuni casi risulti necessario intervenire con delle correzioni manuali. Tant'è che dopo aver effettuato le proprie rilevazioni, Portrait Professional sottopone all'utente lo schema di massima che ne ha ricavato, affinché questi lo possa rivedere ed eventualmente modificare, intervenendo sui punti chiave dei lineamenti, ad esempio, degli occhi, del naso, delle sopracciglia.

Si tratta di un passaggio fondamentale, assolutamente da non sottovalutare in quanto da esso dipendono tutte le operazioni seguenti. Per farlo bene, occorrono occhio e sensibilità, ma basta un po' di pratica per ottenere buoni risultati.

A questo proposito, è tuttavia importante sottolineare che è bene partire sempre da immagini di buona qualità: infatti, se la definizione degli originali è modesta, o priva di contrasto, o con ombre eccessive, difficilmente si potrà arrivare ad un lavoro di eccellenza. Si potrà migliorare l'immagine di partenza - così come in parte si può fare con Photoshop - ma il risultato sarà pur sempre mediocre.

Dopo di che, comincia il bello, tenendo presente che tutte le operazioni che descrivo qui di seguito si eseguono con dei Click del Mouse, quindi in modo molto semplice, sebbene questo non voglia dire che chiunque possa ricavarne effetti di qualità: per modificare una fotografia occorre essere un po' artisti, un po' fotografi, un po' grafici, doti che alcuni di noi hanno innate, altri le hanno sviluppato con lo studio e l'esercizio, mentre altri ancora non vi riescono proprio. E qui sta proprio la parte più difficile: mentre usare lo strumento risulta alla portata di tutti, per trarne buoni risultati occorrono doti personali molto di più che in altri campi.

Le funzioni di Portrait Professional Studio per manipolare il volto

Le funzioni che Portrait Professional mette a disposizione dell'utente consentono di intervenire su:

  • Pelle: eliminazione automatica di brufoli, porosità e altri difetti, di eventuale sudore, grasso o riflessi della luce. Cambio colore con aumento/dimunuzione tonalità colore e livelli abbronzatura.
  • Rughe: eliminazione di quelle più pronunciate, o anche di quelle meno evidenti, lasciando alla pelle un aspetto naturale.
  • Volto: rimodellazione dei lineamenti, assottigliazione del viso e/o del naso e delle narici, correzione di luci e ombre.
  • Occhi: cambiamento del colore, incremento del bianco e delle pupille, del contraso, della luminosità
  • Denti, labbra, bocca: sbiancamenti dei denti, cambiamento della forma e del colore delle labbra.
  • Capelli: cambiamento colore, aumento volume e morbidezza.

Ci sono poi diversi pennelli per intervenire con dei ritocchi manuali, altrettanto semplice da eseguire, ma ancor più difficili da concepire se non si ha una buona dimestichezza con il disegno o la pittura. I pennelli di ritocco soni infatti “intelligenti”, ovvero capaci di correggere anche le imperfezioni attorno al punto sul quale sta intervenendo l'utente, sempre ché si stia operando in modo consapevole...

La cosa più divertente è che proprio per sopperire a queste oggettive difficoltà culturali, sfruttando le indicazioni ottenute dopo analizzato migliaia di foto per comprendere i canoni della bellezza ed imparare il modo in cui rendere i volti più o meno attraenti, Portrait Professional è stato dotato di una serie di Slider pre-impostati capaci di "aggiustare" autonomamente i difetti dei volti. Ad esempio, se il soggetto ha il doppio mento, Portrait Professional ne individuerà automaticamente l’area sulla quale intervenire e la modificherà con l’apposito slider. In totale ci sono 200 Slider di base, per intervenire a livello di occhi, denti, bocca e capelli. Ci sono poi gli Slider capaci di ridurre in automatico le borse sotto agli occhi, le zampe di gallina e altri che modificano le guance e inumidiscono le labbra. E come se non bastasse, l'utente può sempre definirne di nuovi sulla base delle proprie esperienze o del proprio gusto.

Pelle e fisionomie per tutte le età

Portrait-Professional-Studio-11-02Sia in partenza che nell'uso degli slider, per dare alle modifiche un aspetto il più naturale possibile, all'inizio del lavoro Portrait Professional chiede di connotare il proprietario del volto inquadrandolo per sesso (maschio/femmina) ed età (adulto/bambino). Al momento di attivare gli slider per la rigenerazione della pelle chiede invece di qualificare meglio la tipologia e gli atteggiamenti del soggetto scegliendo, ad esempio, tra Ragazza Acqua e Sapone o Ragazza Appariscente. Grazie quindi all'esclusivo componente "Clear Skin3", le aree selezionate vengono modificate automaticamente, dando sempre alla pelle un aspetto naturale e realistico, infunzione dell’età e del tipo di pelle del soggetto.

Con il raffronto Prima e Dopo, tutto sempre sotto controllo

Come già sottolineato, mentre per il gusto non c'è nulla da fare, salvo affidarsi agli slider del programma, la possibilità di fare delle prove è davvero infinita e potendo porre affiancate le due immagini, di partenza e di arrivo, si ptranno valutare in tempo reale gli effetti delle proprie modifiche, cambiando particolari sui quali altrimenti sarebbe impossibile intervenire. Eccomi, così, biondo e con gli occhi verdi!

Portrait-Professional-Studio-11-03
.

Ultima modifica ilSabato, 15 Giugno 2013 12:35

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto