Menu
Stampa questa pagina

Facebook, Google, Twitter: nuovi servizi segreti al servizio di industriali e finanzieri senza scrupoli?

Facebook, Google, Twitter: nuovi servizi segreti al servizio di industriali e finanzieri senza scrupoli?

Questa l'assurda tesi della Garbanelli, ieri - 10 aprile - a Report!

Perchè, invece ammirare ed evidenziare le capacità e l'intraprendenza di giovani che anziché pietire per un posto di lavoro hanno dato vita ad un'intera generazione di nuove imprese diventando ricchi, con servizi che raccolgono il consenso di un miliardo di persone, ne vengono millantate le azioni come foriere di inusitati pericoli?

La Privacy? Se non vuoi che circolino, le tue informazioni personali non le pubblichi. E poi, una persona onesta e corretta, cos'ha da nascondere? Si teme che possa divenire bersaglio della pubblicità? E dov'è il problema? La pubblicità, a suo modo, ti informa e ti stimola. E non ti obbliga mai all'acquisto...

minori? Il problema non sono i mezzi, ma i genitori. Se non trasmettono morale e principi, per poi esercitare il controllo, è inutile che se la prendano con i Media. A questo punto, potremmo denunciare anche i Direttori dei Supermercati che espongono la merce nei banchi, per istigazione a delinquere ed al furto. Non chi fa il taccheggio!

Le aziende virtuose: dopo aver dipinto la gran parte dei gestori dei Social Media come "associazioni a delinquere", l'unica azienda alla quale è stato dato spazio in chiave positivaè Sophos. Come mai? Non è certo il punto di riferimento per la sicurezza IT né per quote di mercato, né per tecnologie o storia. Perché mai proprio loro e solo loro sono stati presentati come "paladini" dei cittadini?.... Ma fatemi il piacere!!!!

Ultima modifica ilMartedì, 19 Marzo 2013 21:44