Menu

Elezioni Politiche Italiane: chi usa meglio Twitter e Facebook?

Elezioni Politiche Italiane 2013: chi usa meglio Twitter e Facebook?

Dai dati ECCE/Customer, i fan di Mario Monti risultano i più attivi, lo TsunamiTour inonda i Social Network e Giannino ha il Tweet facile 

Sulla falsariga di quanto avvenuto negli Stati Uniti per le presidenziali nello scorso novembre, anche in Italia i politici hanno scoperto il potenziale dei nuovi Media in fatto di immediatezza, incisività, capillarità nella distribuzione di proclami, opinioni, informazioni. Di fatto, però, non tutti sono ancora in grado di utilizzare al meglio questi mezzi, mentre alcuni vi appaiono ancora impacciati o del tutto fuori ambiente. 

Indubbiamente, il Maestro di questo è Grillo, ben supportato dal suo fido Casaleggio, che su Internet ha costruito tutto il suo movimento, comprese la selezione dei candidati e la raccolta dei finanziamenti. Ma ora che la campagna elettorale per le politiche 2013 in Italia sta arrivando al suo culmine come stanno andando le cose?

Due considerazioni su tutte: la prima è relativa a Mario Monti che essendo totalmente fuori da questi ambienti, ha celebrato l'apertura dei suoi Account Twitter quasi come un evento, con tanto di sessione programmata di domande/risposte in diretta, sebbene le risposte date dal senatore siano state davvero poche e molto selettive rispetto alle grande quantità di domande ricevute. Tuttavia, il successo l'ha subito ottenuto raccogliendo oltre 200.000 follower (tutti "naturali" o anche "comprati"?), più o meno tanti quanto Pierluigi Bersani, ma entrambi comunque lontanissimi dai quasi 900.000 di Beppe Grillo. La seconda è sull'uso indiretto di questi mezzi rispetto ai Media tradizionali: quasi sempre i Tweet di un certo rilievo vengono ripresi persino dai Telegiornali, divenendo uno strumento ben più incisivo delle "veline" o dei "comunicati stampa" che procedono a velocità ridotte sia nella compilazione sia nella circolazione...

Le rilevazioni di ECCE/Customer

Interessante a questo punto osservare i dati raccolti da ECCE/Customer proprio sui comportamenti di alcuni politici e sui risultati che ne stanno ottenendo. Nell’ultima settimana, i fan di Mario Monti sono stati i più attivi nel postare e condividere su Facebook, incalzati da quelli di Ingroia.Classifica Parlano di Te per i politici su Facebook - Fonte Decisyon Ecce/Customer

Lo Tsunami Tour di Beppe Grillo, con tanto di dirette televisive sempre rigorosamente via Web si è trasformato in una vera inondazione di contenuti: ognuno di essi è condiviso in media 4.000 volte. E se Bersani ha il profilo più attivo su Twitter, dopo quello di Mario Monti, Oscar Giannino si piazza a sorpresa al terzo posto, mentre risulta primo nella classifica dei candidati dal tweet facile: uno ogni 20 minuti. Ma non è l’unico con una frequenza inferiore all’ora: il profilo Berlusconi2013 spara un tweet ogni 37 minuti.

ECCE/Customer è la piattaforma di Decisyon che monitorizza in tempo reale l’Engagement sociale e la Brand Reputation dei protagonisti delle prossime elezioni politiche 2013 a partire dal periodo pre-elettorale fino a elezioni ultimate. Ma vediamo in maggior dettagli i risultati pubblicati da ECCE/Customer.

Classifica popolarità politici italiani su Facebook - Fonte Decisyon Ecce/Customer

I politici italiani su Facebook

Dal 28 gennaio al 3 febbraio, nelle fanpage Facebook dei 20 candidati più seguiti sono state generate 1.185.000 attività da 418.000 persone (totale “Parlano di te”). Questo significa che in media ogni minuto sono state coinvolte 41 persone e che sono state generate 2 attività al secondo durante l’intero arco della giornata di 24 ore.

Tra le pagine dei politici che, in proporzione, hanno il numero di fan attivi più alto (senza fare considerazioni qualitative) svetta al primo posto, quella dedicata a Mario Monti: il 61% dei suoi 23.000 fan ha compiuto un’attività.

La pagina di Ingroia si posiziona la secondo posto con il 39% di fan attivi, incalzata da Bersani, terzo con il 32% e da Grillo, quarto con il 20% dei fan attivi. In numeri la classifica dei profili con più persone che “Parlano di te” è dominata da Beppe Grillo con 209.000 persone, seguite da Silvio Berlusconi, Nichi Vendola e Pierluigi Bersani.

Tag cloud e Quote attività su Facebook

Il temine più citato in assoluto su Facebook è Italia; subito dopo viene Monti, il cui nome ricorre anche a causa degli attacchi che riceve e non solo nei contenuti da lui divulgati, e Grillo, alla cui diffusione contribuiscono i volumi di contenuti divulgati dalla sua pagina. Oltre ai nomi dei politici spiccano termini d’attualità come Euro, Soldi, Banche, Tasse

Nell’insieme delle attività dei politici su Facebook, la classifica delle quote che attengono a ciascun politico vede nettamente in testa Beppe Grillo con quasi il 57% delle attività, mentre secondo è Silvio Berlusconi seguito da Nichi Vendola e Pierluigi Bersani.

I politici hanno lanciato in 7 giorni 490 contenuti su FB ma hanno pubblicato solo 5 commenti.Il profilo di Beppe Grillo è quello con la maggiore diffusione di contenuti: video e immagini relative allo Tsunami Tour generano in media 4000 share di primo livello sulla sua pagina.Il limitato numero di commenti pubblicati direttamente dai profili fa emergere, tuttavia, come i politici utilizzino Facebook soprattutto per diffondere i contenuti ma non per ingaggiare una conversazione.
Il contenuto più condiviso nel corso della settimana è stato, con 7.630 share di primo livello, il post:
Dobbiamo mandarli a casa tutti. E lo faremo. Con ragazzi giovani, competenti, motivati e incensurati.Ce la facciamo ragazzi. Ce la facciamo.

Fasce orarie e frequenze su Facebook

I politici sono attivi prevalentemente nelle fasce orarie 12-13 e 17-19; i fan invece reagiscono più lentamente alla pubblicazione e concentrando le loro attività soprattutto dalle 18 alle 22, fascia oraria in cui sembrano decisamente più ricettivi.

Fasce orarie frequentazione politici italiani su Facebook - Fonte Decisyon Ecce/Customer

Per quanto concerne la pubblicazione di contenuti direttamente da parte dei politici, non dei fan, Beppe Grillo risulta essere il candidato che posta con maggiore frequenze: 1 ogni 19m in media. Nichi Vendola, al secondo posto, pubblica contenuti ogni ora e 24minuti, mentre al terzo posto segue Bersani con un nuovo contenuto postato ogni ora e 36 minuti. Angelino Alfano, Pierferdinando Casini, Mario Monti e Silvio Berlusconi seguono a ruota con medie superiori alle 3 ore e 40 minuti.

I Politici italiani su Twitter

Su Twitter sono state generate in totale, in una settimana, 4.623.000 attività dei politici e dei followers per una media di 8 tweet al secondo, notti comprese.Popolarità politici italiani su Twitter - Fonte Decisyon Ecce/Customer

Pierluigi Bersani supera nettamente Beppe Grillo in termini di attività, ma la vera sorpresa è Oscar Giannino che si posiziona subito al terzo posto addirittura prima di Beppe Grillo e di Nichi Vendola.

I politici hanno tweettato ben 2331 volte generando 91 risposte agli utenti. I politici ingaggiano maggiormente la conversazione su Twitter che su Facebook, dove i commenti diretti erano solo 5. Il contenuto più condiviso della settimana è di Beppe Grillo e ha ottenuto 670 retweet:
Io devo dimostrare come spendo i miei soldi? Scherziamo? TU devi dimostrare come spendi i MIEI soldi! #tsunamitour
Nella scorsa settimana, il picco di followers attivi è stato invece registrato domenica 3 febbraio con 15.000 follower attivi unici sui profili dei politici. La parola chiave della giornata è stata #Berlusconi e i tweet più che hanno ottenuto maggiore engagement sono state le critiche dirette di Mario Monti a Silvio Berlusconi:
È magnifico, Berlusconi ha governato per anni e non ha mantenuto nessuna promessa. Non ha fatto la rivoluzione liberale né ridotto le tasse

Berlusconi ha creato cosi tanti problemi che ha dovuto lasciare. Ci prova per la quarta volta, ma gli italiani hanno buona memoria. 4.42 pm 2013.02.03 Twitter for iPad

Nell’insieme delle attività dei politici su Twitter, la classifica delle quote che attengono a ciascun politico vede Pierluigi Bersani, Mario Monti , Oscar Giannino e Beppe Grillo come i principali catalizzatori: in quattro coprono il 62,2% delle attività.

Attività politici italiani su Twitter - Fonte Decisyon Ecce/Customer

Gli hashtag più popolari dei politici su Twitter

Tra i trend topic della settimana spicca ovviamente, oltre agli hashtag ufficiali delle campagne dei vari candidati, il tag #mps. Emerge inoltre, pur con uno solo giorno di presenza su Twitter, domenica 3 febbraio, il tag #propostashock. Si notano anche gli hashtag delle trasmissioni Lo Spoglio, Piazza Pulita, Ballarò, Servizio Pubblico, In Onda, Ultima Parola, che diventano regolarmente occasione, sia per i candidati che per gli utenti, per generare tweet.

I politici tweetano maggiormente nella fascia oraria tra le e le 12.00 e le 13.00, come per Facebook, e in prima serata, tra le 21.00 e le 22.00. I follower invece sono più attivi alla sera. L'andamento Il grafico mostra lo stesso trend registrato su Facebook: una crescita dopo i telegiornali e nel corso della prima serata.

Attività politici italiani su Twitter - Fonte Decisyon Ecce/Customer
Twitter risulta uno strumento più congeniale per alcuni politici, che diventano protagonisti assoluti della classifica dedicata alla frequenza dei propri tweet, ribaltando così l’omologa classifica registrata su Facebook. Beppe Grillo, Nichi Vendola e Pierluigi Bersani, nelle prime tre posizioni per la frequenza di post su Facebook, su Twitter si attestano al 4°, al 6° e al 5° posto, con tempi superiori all’ora e mezza tra un tweet e l’altro. La classifica è invece guidata a sorpresa da Oscar Giannino con un tweet ogni 20 minuti e dal profilo Berlusconi2013 con un tweet ogni 37 minuti.

Ultima modifica ilMartedì, 19 Marzo 2013 17:47

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto