Menu

Samsung Gear, e gli orologi non saranno più gli stessi!

Samsung Gear, e gli orologi non saranno più gli stessi!

I telefoni cellulari oggi si chiamano SmartPhone e servono "anche" per telefonare. Con l'innovativo Samsung Gear in arrivo a settembre, primo di un'ondata di nuovi Device per il Web da Indossare, gli orologi divengono SmartWatch e serviranno "anche" a misurare il tempo... Ma chi si metterà "Internet al polso"?

Ormai è ufficiale: Samsung ha confermato di esser pronta a rilasciare l'innovativo Samsung Gear, primo di una nuova generazione di SmartWatch che vedrà un'accesa competizione tra produttori di telefoni cellulari, orologi, oggetti di moda nella corsa all'Internet da Indossare. Una tendenza sulla quale le aspettative di produttori ed investitori spaziano ormai su una gamma di capi di abbigliamento che vanno dai ciondoli agli orologi, dai bracciali agli occhiali. Non per nulla, ai nastri di partenza di questa nuova ondata di Device si sono ormai schierati apertamente, tra gli altri, Apple, Google, LG e Microsoft.

Stando alla dichiarazioni fatte da Lee Yong-hee, Executive President della divisione Mobile di Samsung, ai giornalisti di Korea Times, il primo SmartWatch della storia del Web sarà presentato il prossimo 4 Settembre alla Fiera IFA di Berlino dedicata all'elettronca di consumo, superando così sul filo di lana l'atteso e molto rumoreggiato iWatch di Apple il cui lancio non è ancora stato ufficializzato a causa delle difficoltà di messa a punto del rivoluzionario schermo flessibile, capace di adattarsi alle curve del polso.

Samsung-Gear-BraccialeIl nome scelto sarà probabilmente Samsung Galaxy Gear, per assimilarlo alla linea di SmartPhone Galaxy dotati di sistema operativo Android. Lo schermo, probabilmente a tecnologia OLED ed ovviamente Touch Screen, non sarà flessibile come quello sul quale sta lavorando Apple, ma curvo, mentre la flessibilità è stata risolta adottando un bracciale "a scorrimento".

Il Samsung Gear avrà un Video Camera Ultra HD, connettibilità Bluetooth e NFC, processore Samsung Exynos 4212 dual core 1.5GHz con Mali-400 MP4 GPU e funzionerà come terminale di uno SmartPhone con il quale opererà in modo sincronizzato. Dovrebbe inoltre consentire di navigare su Internet e di ricevere ed inviare la propria posta elettronica. Naturalmente, sarà dotato di ricevitore GPS, quindi geolocalizzabile e anche utilizzabile come navigatore. La tendenza dei primi SmartWatch li vuole infatti come terminali secondari del proprio SmartPhone, offrendo la possibilità di visualizzare i messaggi senza dover estrarre il telefonino dalla tasca o dalla borsa dove si trova, ma privi di una propria SIM Card, quindi non telefoni cellulari totalmente autonomi. Strada tracciata, ad esempio, da Pebble che è compatibile tanto con gli iPhone quanto con i cellulari Android.

Samsung-Gear

Tra le prime anticipazioni sulle funzioni più innovative del nuovo Samsung Galaxy Gear c'è anche l'accelerometro per governarne l'accensione e lo spegnimento dello schermo ed un sensore capace di monitorare i battiti cardiaci così come già visto nei bracciali per la salute dell'Internet da Indossare. Potrà divenire il regalo di tendenza da "prima comunione"? 

I punti deboli, ancora tutti da valutare, sono individuabili nella durata delle batterie, nella possibile fragilità degli schermi - quante volte in modo più o meno consapevole nel corso della giornata urtiamo con il polso rischiando così di incrinare o rompere il nostro apparato - e nella loro impermeabilità: bastano due gocce di pioggia per comprometterne il funzionamento?

Il primo a rilasciare le indiscrezioni sulla presentazione del Samsung Gear - assieme alle sue foto - è stato il sito Login Mobile, che già l'11 agosto ha pubblicato un post sull'argomento, subito ripreso dalla gran parte del mondo Web, ma poi in parte smentito dal Management di Samsung. Ora a riparlarne è invece proprio il Direttore della Divisione Mobile della casa coreana per cui la notizia può ritenersi confermata.

Apple di corsa verso l'iWatch

Dopo aver aperto la strada verso gli SmartWatch, Apple si trova ora ad esser superata quasi sul filo del traguardo dal rilascio del Samsung Gear. La data del 10 settembre, fissata da Apple per una serie di nuovi annunci, sembra non vedrà tra questi quello dell'iWatch sul quale, stando a Bloomberg, lavorano ormai oltre un centinaio di tecnici alle prese con problemi produttivi rivelatisi di difficile soluzione tipo lo schermo flessibile o le batterie curve per i quali sono anche stati già depositati dei brevetti. A dirigere il progetto c'è in prima persona Jony Ive, per cui l'impegno dell'azienda è al massimo livello di Apple, ma sembra che il momento del rilascio sia ancora di là da venire, certamente non in tempo per la prossima campagna natalizia.

 

 

Ultima modifica ilMercoledì, 28 Agosto 2013 11:39

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto