Menu

Con LiveSafe, McAfee inaugura il "servizio di sicurezza unico" per PC e Device Mobili

Con LiveSafe, McAfee inaugura il "servizio di sicurezza unico" per PC e Device Mobili

Una rapida prova su strada del nuovo prodotto/servizio dell'azienda controllata da Intel ne rileva la versatilitĂ  nella protezione con un'unica soluzione di tutti i propri PC, Tablet e SmartPhone.

Gianni Giaccaglini

Nei giorni scorsi, McAfee, divisione di Intel Security specializzata in soluzioni per la protezione della sicurezza di PC e Device mobili di Intel, ha presentato l'innovativo McAfee LiveSafe 2015 che su di un unico servizio concentra le funzioni di salvaguardia dei dati e delle identitĂ  di tutti i dispositivi di un utente. L'assunto di partenza è infatti che ormai qualsiasi utente dispone di piĂą di un apparato da proteggere - dal PC al Tablet, agli SmartPhone - per cui diventa imperativo semplificarne la gestione della sicurezza, centralizzando in un unico sistema tutte le operazioni per garantirla.

LiveSafe alla prova dei fatti

Sebbene la promessa "un unico servizio per qualsiasi Device" sia estremamente allettante, al momento non è rispettata al 100%. Infatti, mentre sono ben coperti gli ambienti Apple (iPhone, iPad e Mac), così come Android e le piattaforme Windows più diffuse, al momento rimangono "orfani" del servizio i tablet di

Microsoft (Surface) e anche gli Smartphone che ne hanno adottato il sistema operativo Windows Phone. Invero, anche lo storico Windows XP non rientra tra gli ambienti supportati, ma essendo ormai un sistema operativo dichiarato obsoleto dalla stessa Microsoft, nonostante sia ancora piuttosto diffuso, quest'ultima scelta non sorprende certo. E i fatti dimostrano l'esattezza delle affermazioni: il tentativo di installare LiveSafe su Microsoft Surface è stato immediatamente bloccato e rigettato dal sistema, senza tuttavia dare alcuna spiegazione in merito. In ogni caso, colpa nostra che abbiamo subito voluto violare le limitazioni del prodotto/servizio.

In compenso, i test effettuati con successo su di un PC con Microsoft Windows 8 e su di uno SmartPhone Android sono andati a buon fine, mettendo in luce numerose qualitĂ  apprezzabili soprattutto in termini di semplicitĂ  d'installazione e di attivazione. Quanto alla capacitĂ  di rilevare Malware e altre violazioni della sicurezza non possiamo esprimere alcuna valutazione oggettiva, non avendo condotto un test approfondito in tal senso. Per questo, rinviamo ai risultati dei test condotti dai laboratori specializzati in materia e regolarmente pubblicati qui su ITware: Miglior AntiMalware.

La figura seguente illustra senza che occorrano altri discorsi la completezza della protezione contro virus, spam e altre malignità, cui si uniscono servizi utili come la protezione dei dati con tanto di backup, la gestione delle password (a beneficio di noi smemorati) e l’archiviazione sicura sul Web:

LiveSafe-01

Ad una domanda esplicita, i tecnici di McAfee hanno asserito che LiveSafe è anche in grado di difendere il sistema dagli attacchi più insidiosi quali quelli di tipo DDOS (Distributed Deny Of Service) e le Botnet.

Venendo ai test pratici, abbiamo costatato in primo luogo il funzionamento in tempo reale del programma, che agisce di continuo in background con un rallentamento del tutto impercettibile delle normali operazioni.

La figura che segue fornisce un’idea delle scansioni attive:

LiveSafe-02

Possiamo testimoniare che sul nostro PC primario da un paio di giorni si notavano fastidiose anomalie imputabili a qualche hacker (solo burlone per fortuna!). Ebbene dopo una sessione di lavoro con McAfee installato esse sparivano automaticamente.

In seguito abbiamo lanciato la scansione completa, scartando quella rapida (era la prima volta che provavamo LiveSafe). Costatando con qualche sorpresa che stavolta le operazioni erano di una lentezza esasperante, al punto di durare un intero pomeriggio e, quel che è peggio, compromettendo la normale operatività. Insomma si tratta di un’attività da lanciare periodicamente in ore notturne.

L’analisi completa evidentemente caratterizzata da estrema accuratezza, in quanto a nostro avviso basata non su “firme” di virus notori bensì su emulazione del comportamento, intercettando e bloccando azioni nocive, si concludeva con la segnalazione di tre eseguibili maliziosi, tra cui un virus vero e proprio. Sfuggiti alla normale scansione real-time. Alla fine tutti e tre venivano messi “in quarantena”.

Il prodotto viene venduto come "servizio in abbonamento", ad un costo annuo di 79,95 Euro, ed è direttamente attivabile dal sito www.mcafee.com/livesafe.

Ultima modifica ilMartedì, 21 Ottobre 2014 09:17

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto