Menu

Italia solo 9^ in Europa per siti Web, 3^ per siti non Aggiornati

I dati di Email-Brokers parlano chiaro: l'Europa perde grandi opportunità trascurando il Digital Marketing, con l'Italia ancora più indietro rispetto agli altri Paesi. Una situazione che va ribaltata al più presto!

di Gloria Zaffanella, Public Relation Manager di Stampaprint*

La digitalizzazione delle imprese non è soltanto uno slogan o una frase fatta, ma è un aspetto importante, perché la rete offre possibilità e mezzi per ampliare il proprio mercato e la propria visibilità. Punto sul quale i Manager della gran parte delle imprese italiane dovrebbero focalizzarsi e allocare più risorse già a partire dal nuovo anno.

L'ultimo report della società belga Email-Brokers dal titolo significativo "Europe is Missing the Digital Revolution" afferma infatti che la maggior parte dei Paesi europei deve investire maggiormente nel Web e, più in generale, nel Digital Marketing così da trarne le enormi potenzialità relativamente a incremento del proprio giro d'affari a alla competitività, ma anche per cogliere le nuove opportunità di business che si stanno aprendo. Con le nuove tecnologie Web i mercati non sono più geograficamente delimitati, ma gli stessi posizionamenti si rimescolano dando origine a nuove filiere, alleanze, scenari operativi.

In tale contesto, stando al report, l'Italia si posiziona solo al nono posto tra i Paesi europei più digitalizzati, fermandosi al 53% delle sue aziende dotate di una presenza OnLine, superata non solo dalla Germania (al 64%), ma anche dal Belgio (al 63%), dall'Olanda (59%) e via dicendo. Ma il dato più drammatico è relativo alla qualità dei siti delle noste aziende: per il 79% non sono aggiornati da almeno un anno, per il 78% non sono conformi alle nuove normative in tema di Privacy e uso dei Cookies. Due dati che ci pongono ai vertici della "non" qualità dei siti, alle spalle solo di Portogallo e Malta. Per chi opera nel settore una bella opportunità di lavoro, mentre per le aziende un segnale tangibile di arretratezza sulla quale intervenire al più presto. La mappa completa della  situazione è illustrata nella figura che segue, mentre per i dettagli numerici rimandiamo alla lettura del Report.

Web-in-Europa

Naturalmente, mettere in linea un sito anche nuovo di zeccha non è sufficiente: bisogna conoscere i mezzi con cui essere competitivi, integrando i canali OffLine con quelli OnLine e sviluppare strategie che siano in grado di coglierne le relative opportunità. Avere un proprio spazio digitale non garantisce di per sè il successo, ma è necessario comprendere bene com solgere al meglio le operazioni di marketing sfruttando i mezzi offerti dal Web.

Avere un sito internet è uno dei primi passi da fare e il modo in cui questo viene realizzato gioca un ruolo fondamentale: una grafica pulita, una struttura ordinata e agevole da consultare (che tenga conto anche dell'utilizzo dei dispositivi mobili) facilitano l'utente e anche il posizionamento del sito. Ovviamente i contenuti devono essere di qualità (e questo dovrebbe essere un prerequisito per qualsiasi cosa).

Per aumentare la propria visibilità e, soprattutto, per entrare maggiormente in relazione con i potenziali la creazione di Blog mirati risulta particolarmente efficace. Aprono infatti nuovi spazi virtuali dove condividere contenuti legati alla propria attività e non solo (è sempre meglio non essere mai troppo autoreferenziali). La forza del Blog risiede proprio nel riuscire a coinvolgere gli utenti con contenuti interessanti e invitarli a lasciare le loro opinioni. Un'azienda si mostra così aperta al confronto e allo scambio di idee, producendo un tam tam virtuale che potrebbe farla diventare punto di riferimento su determinate tematiche.

Il Marketing 2.0 per Interagire con i Potenziali Clienti

La comunicazione con gli utenti è un aspetto fondamentale per il marketing digitale e la presenza nel mondo virtuale. Se il sito diventa cruciale per qualsiasi strategia di Digital Marketing, costituendo una vetrina eccezionale per l'azienda, i suoi prodotti e servizi, da solo tuttavia non basta. Per amplificarne la portata è importante creare delle occasioni di interazione con gli utenti (nonché potenziali clienti) ed instaurare un dialogo con loro; ogni persona va coinvolta e valorizzata, rivolgendosi direttamente a lei con messaggi ad hoc personalizzati. In tal modo, l'azienda può ricevere feedback con rapidità e tenere sotto controllo l'indice di gradimento nei suoi confronti. Saper ascoltare il proprio pubblico virtuale apre quindi la strada a grandi opportunità in quanto agevola nello sviluppo di prodotti/servizi rendendoli più compatibili con le richieste dei clienti.

In questa direzione si collocano ovviamente anche i Social Network: Facebook, Linkedin, Pinterest, Google Plus e Twitter, ognuno con le proprie caratteristiche, creano luoghi di dialogo e condivisione, usati ormai da milioni di persone, quindi...velocissimi nel trasmettere informazioni. Con una particolarità: se accedervi e pubblicarvi Post e contenuti è pressoché sempre gratuito, non bisogna commetere l'errore di non allocarvi le risorse necessarie ad apparirvi con contenuti di qualità, in modo tempestivo e visibile.

Non è necessario essere presenti su tutti i canali Social, ma ciò che più conta è la qualità dei contenuti. Articoli postati, pubblicità e informazioni devono essere autorevoli. Per aumentare la propria visibilità, una delle tecniche più usate è il coinvolgimento diretto di influencer, chiamati a condividere i contenuti all'interno delle rispettive cerchie Social, provocando l'effetto di una cassa di risonanza con il conseguente incremento delle visite alla pagina Web.

Infografiche ed e-Mail Marketing

Un'ulteriore opportunità per fare marketing nel mondo 2.0 è dato dalle Infografiche, un mezzo molto efficace per comunicare attraverso le immagini. Il linguaggio visivo è estremamente valido, anche perché permette di trasmettere con più semplicità concetti o idee, magari complesse se spiegate solo a parole. Il nome stesso info-grafica (information graphic in inglese) ci rivela la sua funzione.

Le infografiche possono essere postate sui Social Network oppure associate ad un articolo per un Blog e, per favorirne la diffusione, se ne può autorizzare la condivisione o il riutilizzo (naturalmente, la buona educazione richiede di citarne l'autore). Se realizzate in modo mirato e creativo allo stesso tempo, le infografiche contribuiscono ad accrescere la Web Reputation e la conoscenza del Brand sul Web.

Un'infografica può essere parte anche dell'e-Mail Marketing. Questa non è altro che una Mail il cui scopo è, per l'appunto, quello di fare pubblicità al prodotto o servizio in questione. L'e-Mail è un mezzo ancora molto utilizzato per entrare in contatto diretto con un potenziale cliente, certamente in modo meno coinvolgente e immediato rispetto ad un canale social oppure ad un Blog.

Le e-Mail di Marketing sono di diverso tipo; ci sono le DEM (Direct E-mail Marketing), equivalenti a delle vere e proprie locandine pubblicitarie. Ci sono le e-Mail composte da solo testo, che non contengono elementi grafici, ma sono una sorta di lettera con cui l'azienda si rivolge direttamente al cliente.

Un modo più simpatico e interessante per fare e-Mail Marketing è creare Newsletter da inviare ai propri contatti/clienti: in questo modo si mantengono e sviluppano le relazioni già instaurate, attraverso la condivisione di contenuti e spunti interessanti. Un'ulteriore possibilità di e-Mail Marketing è data da quelle Mail che servono per condividere dei contenuti con un conoscente/amico, per cui l'impresa non è il mittente diretto, ma un suo utente ne fa da tramite – e si sa che il passaparola è fondamentale, anche quello virtuale.

Gli strumenti a disposizione sono davvero numerosi e, se sfruttati nel migliore dei modi, danno risultati soddisfacenti in quanto a visibilità ed espansione nella rete, un universo dinamico e senza confini ricco di risorse e possibilità.

Zaffanella-Gloria* Gloria Zaffanella è Public Relation Manager di Stampaprint S.r.l., azienda specializzata nel settore della stampa online. Dopo una carriera nel print marketing, Gloria ha studiato le dinamiche del search engine marketing per approfondire le molteplici opportunità di un loro utilizzo congiunto.

Ultima modifica ilDomenica, 26 Aprile 2015 08:01

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto