Menu

Cloud Object Storage: la Risposta più Sicura ed Efficiente per Gestire l'impressionante crescita dei Dati Aziendali

Big Data, Internet of Things, Industry 4.0 sono oggi in grado di offrire alle aziende una serie di marce in più per produrre e competere, ma generano la necessità di gestire quantità di dati impensabili anche fino a poco tempo fa. Come farvi fronte mantenendone in equilibrio i costi, le prestazioni, la qualità, la sicurezza?

Andrea Marchi, Fondatore e Amministratore di Cynny Space

Andrea MarchiNel breve volgere di pochi anni, siamo passati dall'Era del Petrolio, a quella dei Dati vista l'importanza e il ruolo che ormai svolgono oggi in tutte le aziende di successo. Con alcune peculiarità: i dati non sono oggetti materiali, ma hanno un grande valore, per cui necessitano di esser gestiti, conservati, protetti non solo per salvaguardare la competitività dell'azienda, ma anche per rispettare normative sempre più rigide in tema di Privacy e riservatezza evitando che le informazioni sui clienti, sui prospect, sui contratti, sugli elementi sensibili conservati negli archivi possano essere sottratti e diffusi impropriamente con gravi implicazioni e danni - anche di tipo penale - per l'azienda e chi ne è responsabile.

Un dato su tutti che fa riflettere: stando all'azienda di analisi e previsioni di mercato IDC, nell'arco del periodo 2010-2020 la quantità di dati digitali prodotti e conservati a livello mondiale è destinata a crescere da quaranta a cinquanta volte, fino a raggiungere l’impressionante valore di circa 40 Zettabyte, ossia 40 mila miliardi di Gigabyte!

In tale prospettiva, ma già investite dalla necessità di soddisfare le esigenze attuali degli utenti, è partita la corsa allo Storage, accompagnata dalla ricerca di soluzioni per proteggere i dati, raccoglerli, analizzarli. Percorsi che ha trasformato i dati in un bene ad alto rischio, da assicurare e da difendere contro i minacciosi Cyber-attacchi.

Il Cloud Storage diventa Priorità nella Conservazione e Protezione dei Dati

Sta così maturando la consapevolezza che i dati vanno archiviati e messi in sicurezza ancor prima che vengano utilizzati ed analizzati. Da componente operativa dei Data Center, lo Storage diventa un potenziale bersaglio di attacchi. Motivo per cui diventa sempre più spesso molto conveniente conservare i File in infrastrutture Cloud, tendenzialmente meno vulnerabili e più affidabili dei sistemi di Storage dei Data Center interni alle aziende.

Da qui, il crescente successo del Cloud Object Storage, non una novità dell'ultima ora, ma progressivamente sempre più utile e conveniente rispetto alle soluzioni tradizionali. Cosa che risulta ancor più vera per le imprese di nuova costituzione e per accompagnare la crescita di quelle che conseguono rapido successo.

Le ragioni per le quali il Cloud Object Storage sta ottenendo una consistente crescita di attenzioni e favori sono diverse. Tra le principali:

  1. Facilità di Scalabilità: a differenza di altre soluzioni di Storage, il Cloud Object Storage organizza i File in oggetti, senza dover gestirne lo spazio fisico. In tal modo, la scalabilità risulta molto più lineare rispetto a quanto si possa fare utilizzando i classici File System a blocchi.
  2. Immutabilità: i dati vengono memorizzati in modo invariabile. Questo vuol dire che si ha la garanzia di assoluta affidabilità dei dati nel tempo, anche effettuandovi copie, aggiornamenti o nuove versioni.
  3. Gestione degli accessi: si possono definire delle regole per gestire gli accessi ai dati, assicurarne la conservazione, la proprietà e l'identificazione delle app o degli utenti che li hanno generati, con il tracciamento di tutte le modifiche che vi vengono effettuate nel tempo. In sintesi, si ha un elevato livello di Governance.

Crescita dell'Object Cloud Storage

Fino a qualche tempo fa le aziende erano restie ad esternalizzare i propri dati. Una barriera che sta progressivamente cadendo grazie alla maturità raggiunta dai Provider in Cloud che oggi offrono servizi facilmente accessibili e affidabili. L'importante è tuttavia essere in grado di scegliere bene il proprio fornitore, valutandone alcuni parametri che risultano essenziali:

  1. La collocazione e natura del fornitore di servizi Cloud: per le aziende europee, affidarsi ad un Provider basato in Europa risulta fondamentale tanto per rispettare le direttive europee sulla Privacy, quanto per evitate di dover utilizzare particolari protocolli di trasferimento dati, come l’ormai illegale “Safe Harbor”.
  2. Le tecnologie e il software che compongono l'infrastruttura Cloud: il progresso in quest'area continua a fare passi da gigante e ogni pochi mesi appaiono soluzioni più efficienti e meno costose delle precedenti. Occorre pertanto valutare la focalizzazione del Provider e la sua capacità di stare al passo con l'innovazione.
  3. La disponibilità di varie forme contrattuali, a cominciare dalla flessibile Pay-as-you-go, senza soglie né costi nascosti, diffidando di quanti non sono trasparenti in tal senso.

Un Cloud Object Storage che risponda a tali necessità rappresenta la soluzione ideale per chiunque necessiti di archiviare e gestire grandi quantitativi di dati, soprattutto per integrarli in altri servizi.

Per IDC, la spesa totale in prodotti destinati alle infrastrutture in ambienti Cloud nel 2016 sta crescendo complessivamente ad un tasso del 18.9%. Entro fine anno potrà raggiungere un valore complessivo pari a 38.2 miliardi di dollari. Da parte sua, il Cloud Storage sta sviluppandosi con un tasso di crescita del 12.4%, valore che spiega in modo concreto l'importanza che sta assumendo nel panorama dei servizi Cloud.

Nella sola Europa, nell'arco dei prossimi tre anni, il Cloud Storage crescerà di tre volte, con un tasso di crescita doppio rispetto all’ICT, aprendo nuove prospettive per fornitori di servizi e per la gestione dei sistemi informativi aziendali. Un ambito nel quale si colloca il nuovo provider di servizi Cynny Space, azienda italiana che si indirizza verso il mercato B2B con una piattaforma di Storage innovativa, sicura ed ecosostenibile con servizi erogati sia in modalità IaaS che in Private Cloud.

Cynny Space ha realizzato un'esclusiva piattaforma operativa combinando il più piccolo Server al mondo, il primo mai creato con processori ARM® con File System in modalità organic computing.

Ultima modifica ilSabato, 17 Settembre 2016 09:15

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto